thumbnail Ciao,

I due club hanno nella lista degli acquisti Diakitè, Lodi, Bellomo e Jorginho. Il primo round è andato a Galliani con Saponara.

A due settimane circa dalla fine del calciomercato, una cosa pare ormai certa: Milan e Inter hanno praticamente gli stessi obiettivi. Le due società meneghine infatti, si stanno sfidando faccia a faccia in diverse trattative che stanno dando vita ad un vero e proprio derby.

Nei giorni scorsi, il primo round è andato al Milan che ha soffiato ai cugini Saponara, talento dell'Empoli che dalle parti della Pinetina seguivano con interesse già da tempo, ora Galliani cerca il bis inserendosi in una trattativa che sembrava già ben avviata.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport infatti, il club di via Turati sarebbe piombato su Ezequiel Schelotto. Il laterale dell'Atalanta, nelle ultime settimane ha rifiutato diverse offerte perchè desideroso di sbarcare a Milano sponda Inter, l'affondo del Milan potrebbe però cambiare le carte in tavola. In rossonero infatti, l'italo-argentino potrebbe trovare molto spazio fin da subito in caso di una cessione di Abate, la contesa è insomma aperta, ma non è tutto.

Milan e Inter, condividono infatti anche altri obiettivi. Il primo è noto da settimane ed è Lodi del Catania, un altro è Bellomo del Bari, giocatore per il quale i rossoneri avrebbero offerto 2 milioni per la metà del Bari, superando di 200 mila euro la proposta nerazzurra.

Al Milan piacerebbe inoltre Diakitè per la difesa (altro obiettivo dell'Inter), mentre sarebbe ben avviata la trattativa per portare a Milanello Jorginho del Verona. Il centrocampista naturalizzato italiano, ha le caratteristiche tecniche adatte per sostituire De Jong e, guarda caso, è anch'esso nel mirino dei cugini nerazzurri.

Tanti derby di mercato dunque, chissà quanti sono figli dell'inserimento di un anno fa di Moratti nella trattativa Tevez o delle parole di Ausilio in merito a Balotelli: "Abbiamo un diritto di prelazione con il City, poi starà a noi decidere se esercitarlo o meno". Quel che è certo è che ci saranno scintille.

Sullo stesso argomento