thumbnail Ciao,

Il dirigente giallorosso aveva incontrato l'allenatore spagnolo a New York, forte dei buoni rapporti tra i due, per offrirgli la panchina della Roma dopo i tanti successi.

Il retroscena è uno di quelli che fa sognare i tifosi della Roma. Il direttore generale Franco Baldini aveva incontrato il 7 novembre Pep Guardiola per offrirgli la panchina giallorossa. La risposta dell'allenatore spagnolo era stata negativa, ma il tutto potrebbe essere soltanto rimandato.

Il dirigente giallorosso, come rivela il 'Corriere dello Sport', era sbarcato nella 'Grande mela' per parlare con il presidente Pallotta e definire i dettagli della futura tournèè di fine anno in Florida. Cogliendo l'occasione lo stesso Baldini ottenne un incontro con l'ex allenatore del Barcellona, che aveva scelto proprio il capoluogo americano per trascorrere parte del suo anno sabbatico.

L'obiettivo era chiaro: offrire ad uno degli allenatori più giovani e vincenti del panorama calcistico la panchina della 'Lupa'. La risposta era stata decisa, ma comunque non definitiva nel tempo: "Non è ancora il momento". Così aveva replicato lo spagnolo, lasciando comunque la sensazione che il tutto sia solo rimandato. Decisivi potrebbero essere gli ottimi rapporti tra i due, dopo che proprio Baldini aveva portato Guardiola a giocare in Italia nel 2002, nella Roma targata Capello.

Nel frattempo però una superpotenza come il Chelsea di Abramovich si è fatta sotto ancora una volta. L'offerta è da capogiro: si parla di 22 milioni di euro a stagione, un contratto che lo renderebbe di gran lunga l'allenatore più pagato nel mondo del calcio, arrivando a percepire più del doppio di Alex Ferguson. I 'Blues' vogliono iniziare un nuovo ciclo dopo essere arrivati sul tetto d'Europa inaspettatamente nel momento più difficile.

Sullo stesso argomento