thumbnail Ciao,

Il fantasista dell'Empoli: "Attendo l'ufficialità prima di parlare, so che c'è una trattativa in corso, se dovesse andare tutto a buon fine sarebbe una gioia immensa"

Domani sosterrà le visite mediche e poi il rosso e il nero diventeranno ufficialmente i colori del suo futuro: Riccardo Saponara si prepara a vivere i primi passi della sua avventura da giocatore del Milan, anche se per vestire la maglia del Diavolo dovrà attendere fino a luglio.

Il fantasista dell'Empoli, intervistato da 'Sky Sport 24', non sta più nella pelle: "Attendo l'ufficialità prima di parlare, nel calcio non si sa mai. So che c'è una trattativa in corso, se dovesse andare tutto a buon fine sarebbe una gioia immensa. San Siro è un grande stadio, per me sarebbe una emozione unica giocare al Meazza. Sarebbe il giusto premio per gli sforzi e le rinunce di questi anni".

Il Milan d'altronde è sempre stata la sua squadra del cuore: "Spero che l'affare possa andare in porto, approdare in rossonero è il mio sogno". Il suo idolo non a caso è un ex campione del Milan come Kakà: "Per questo i primi anni a Empoli ho giocato col numero 22. Mi reputo un trequartista che può spaziare sia a destra che a sinistra, quindi non è un problema giocare in ogni zona offensiva".

In passato Saponara rivela di aver rifiutato l'Inter: "Quando giocavo al Ravenna sono stato una settimana nel centro dell'Inter per un provino. So che i nerazzurri erano interessati ad acquistarmi, ma insieme alla mia famiglia e al mio agente ho scelto Empoli per crescere senza pressioni".

Sullo stesso argomento