thumbnail Ciao,

L'agente del giocatore del Manchester City chiude la porta in faccia ad un ritorno ancora una volta: "Le dichiarazioni del presidente? E' rimasto abbagliato, solo una gaffe".

Le metafore, nella vicenda Mario Balotelli, continuano a moltiplicarsi. A vista d'occhio. Dopo essere passati dal collezionismo di opere leggendarie come la Gioconda, la trattativa (ci sarà mai stata?) tra Milan e Manchester City arriva alla frutta.

Il senso non è quello 'popolare'. Si parla proprio di frutteto rosso, da mela marcia, a ciliegina. Ad evidenziarlo lo stesso agente del giocatore Mino Raiola, uno che quando parla regala sempre qualcosa. Tra dichiarazioni pepate e una mini risposta alle parole del patron Berlusconi.

"Mario mela marcia? No, è una ciliegina. Si è trattata di una gaffe di chi ha parlato, è rimasto abbagliato" ha evidenziato il procuratore di Supermario a 'Sky Sport'. "Torna in Italia per giocare? Probabilmente c'è lo 0,001 % che questo accada. Con il Napoli non c’è assolutamente nulla".

A tutto calciomercato, tra azzurri e rorroneri: "Vedo più Weiss a Napoli per giugno. A Ibrahimovic sarebbe piaciuto giocare con tale maglia. Mi ha detto che un giorno gli piacerebbe perché gli piace il San Paolo. Robinho resta al Milan e può rinnovare il contratto, che scade nel 2014".

Sullo stesso argomento