thumbnail Ciao,

Il mercato bianconero si riempie di nomi caldi: a breve potrebbe esserci la svolta per il difensore del Botafogo, come anche ulteriori sviluppi nella trattativa per l'ivoriano.

Il mercato della Juventus sta ufficialmente per decollare: i bianconeri hanno messo ormai da tempo gli occhi su numerosi giocatori per l'attacco, ma sono vicini anche al difensore del Botafogo Doria. Nel reparto avanzato restano invece in ballo i nomi di Didier Drogba e Fernando Llorente, con le alternative Manolo Gabbiadini e Ciro Immobile.

Come riporta 'Tuttosport', la Juventus vuole stringere i tempi per il diciottenne Doria. Le caratteristiche sono quelle gradite al tecnico Conte: forte fisicamente e già maturo calcisticamente, nonostante la giovanissima età. Per lui il Botafogo chiede 10 milioni di euro e c'è da battere anche la concorrenza della Roma, sempre viva nel mercato sudamericano.

I bianconeri hanno fatto sapere di poter arrivare ad un massimo di 6-7 milioni, anche se Marotta e Paratici gradirebbero una dilazione del pagamento o, ancora meglio, il prestito con diritto di riscatto estivo. Ma se il Botafogo dovrebbe essere rigido nell'accettare tali richieste, la trattativa potrebbe saltare definitivamente, anche se nell'ambiente Juve c'è ottimismo.

Intanto per il reparto avanzato la pista Drogba è sempre calda. L'ivoriano ha fatto sapere, tramite il suo interlocutore, che potrebbe svincolarsi dallo Shanghai Shenhua entro la fine di gennaio, il che vorrebbe dire addio definitivo alla Cina. Ma l'ex Chelsea non vuole privarsi degli entroiti economici e dunque pretenderebbe in ogni caso il suo milione di euro mensile, fino a novembre: una cifra davvero notevole, se si pensa che al lordo si raggiungono i 42 milioni di euro. Per questo motivo Marotta spinge per il prestito di cinque mesi, ma in terra cinese non hanno ancora accettato questa soluzione.

Nell'attesa di risposte dall'Oriente, si lavora sempre sullo spagnolo Llorente. Il centravanti dell'Athletic Bilbao è già prenotato per giugno, quando potrà svincolarsi, anche se la dirigenza bianconera gradirebbe averlo già a gennaio. Ma il presidente Urrutia è ancora restio al tutto. In alternativa si lavora su Manolo Gabbiadini e su Ciro Immobile: entrambi potrebbero approdare alla 'società madre', anche se per il secondo il ds del Genoa Foschi ha fatto sapere che non si muoverà dal club rossoblù a gennaio.

Nelle pagine della 'Gazzetta dello Sport' nel frattempo viene riportata la risalita di Martin Caceres nelle gerarchie di Antonio Conte. Dopo la bella prestazione di ieri sera in Coppa Italia contro il Milan, il difensore uruguaiano sembra aver riconquistato la fiducia del tecnico salentino, che ora non vuole più perderlo. Su di lui c'è infatti anche l'interesse della Roma, che sarebbe pronta a riportare Borriello in bianconero come pedina di scambio.

Ma il lungo infortunio di Chiellini e la non eccelsa prima prestazione di Peluso hanno fatto cambiare idea a Conte su Caceres. Intanto la dirigenza juventina avrebbe messo le mani sul giovane talento ceco Macek Roman, di appena 16 anni. Il giovanissimo connazionale di Pavel Nedved gioca nel Fastav Zlin ed è stato corteggiato anche dall'Arsenal, ma decisiva sarà l'influenza dell'ex Pallone d'Oro bianconero per farlo arrivare a giugno.


Sullo stesso argomento