thumbnail Ciao,

I rossoneri insistono con il club giallorosso, che non vuole privarsi dei due giocatori. Grandi manovre per la difesa: via Abate, Antonini e Mesbah, in arrivo Santon e Zaccardo.

Il Milan bussa in casa Roma. Ieri il club rossonero ha presentato un'offerta di 15 milioni di euro per avere subito Mattia Destro, ma i giallorossi hanno detto di no. La sensazione è che la partita non sia ancora chiusa, in quanto Destro non è felice per la sua posizione a Trigoria, non certo da prima scelta, e il suo profilo rientra esattamente nella politica societaria del club di via Turati.

Della formazione di Zeman, i rossoneri apprezzano molto pure Maarten Stekelenburg, per arrivare al quale è stato proposto uno scambio con Amelia. Anche quest'operazione, però, non ha trovato il gradimento dei capitolini, che vorrebbero monetizzare con la cessione dell'olandese, corteggiato dal Fulham.

Oggi, intanto, Galliani si vedrà con Preziosi. Come evidenziato dalla 'Gazzetta dello Sport', al centro del vertice potrebbero esserci i nomi di Perin, attualmente in prestito al Pescara (piace pure al Napoli), e del centrocampista Kucka. Difficile arrivare subito allo slovacco, mentre per il portiere verrà tentato un nuovo assalto, dopo la recente offerta da 1,5 milioni per la metà.

Dopo Saponara, bloccato per giugno, al Milan non dispiacerebbe mettere le mani su un altro trequartista di talento come Gaston Ramirez, che non è riuscito ancora ad imporsi con la maglia del Southampton. Ieri il manager Claudio Vigorelli, intermediario per l'uruguagio, è volato a Londra per parlare con la dirigenza dei 'Saints', che insistono per Davide Astori, obiettivo rossonero per la difesa.

Vigorelli è anche l'agente di Davide Santon, ora al Newcastle, che è l'uomo scelto dal Diavolo per sistemare le corsie esterne. Con lui e De Sciglio, due ambidestri, i rossoneri potrebbero dormire sonni tranquilli per anni, resta solo da convincere la dirigenza dei Magpies a privarsi dell'ex interista.

Vicini all'addio, nel frattempo, Abate e Antonini. Per il primo c'è lo Zenit, che ha offerto 10 milioni (a 12 si può chiudere), sul secondo c'è il Galatasaray, che ha fatto una richiesta ufficiale. Destinato alla partenza anche Mesbah, che andrà al Parma nel previsto scambio con Zaccardo.

Per sistemare la zona centrale della difesa, infine, il Milan potrebbe fiondarsi su Benatia, una candidatura lanciata ieri dall'Equipe. L'idea dei rossoneri sarebbe quella di chiudere la trattativa adesso, per poi lasciare il difensore in prestito a Udine fino a giugno.

Sullo stesso argomento