thumbnail Ciao,

Andrea D'Amico, procuratore del terzino rossonero, frena sulla trattativa: "Per il momento bisogna aspettare. L'interesse dello Zenit è forte, ma è ancora presto".

Si preannuncia un calciomercato di gennaio molto attivo per il Milan. Lo slogan è sempre lo stesso: prima vendere, poi comprare. Così dopo l'addio di Pato, si cerca di risolvere al meglio la situazioni riguardanti Ignazio Abate e Luca Antonini, di cui ha parlato Andrea D'Amico, agente di entrambi i giocatori.

Per quanto riguarda Antonini è molto probabile una permanenza a Milano: "E' un giocatore importante - ha detto a 'Radio Manà Manà' - ha giocato più di cento partite con il Milan avendo militato anche tra le file rossonere fin dal settore giovanile. E' normale che venga apprezzato".

Su Abate, invece, spinge forte lo Zenit di Spalletti, anche se la trattativa non è ancora decollata: "Per adesso bisogna aspettare. Ci troviamo in un momento interlocutorio tra le parti. C'è un interesse da parte del club, ma ancora è presto per qualcosa di concreto".

Conclusione su Criscito. D'Amico assicura che resterà in Russia: "In quel paese si è spostato il centro economico del calcio e sono sicuro che può crescere ancora fino ad avere la massima espressione con il Mondiale del 2018.".


Sullo stesso argomento