thumbnail Ciao,

Il direttore sportivo del Genoa rivela: "È un giocatore molto importante per noi. Abbiamo parlato con Bigon ma se il Genoa vuole salvarsi, non può prescindere da Immobile".

"Prima o poi Immobile arriverà a Napoli". E' probabilmente qualcosa in più di una semplice sensazione quella di Rino Foschi, direttore sportivo del Genoa, che a 'Radio Crc' rivela di aver avuto contatti con il club partenopeo per il giovane attaccante attualmente in comproprietà con la Juventus: "A gennaio resta a Genoa. È un giocatore molto importante per noi. Abbiamo parlato con Bigon ma se il Genoa vuole salvarsi, non può prescindere da Immobile".

Foschi di bomber se ne intende: fu lui a portare in Italia Cavani quando era dirigente a Palermo... "Dopo Messi e Cristiano Ronaldo c’è Cavani. Lui ha tutte le qualità del fuoriclasse perché sa gestirsi, sa alimentarsi, sa allenarsi per cui la sua strada non poteva che portarlo ad essere un grandissimo calciatore. Abbiamo portato Cavani a Palermo con la convinzione di avere tra le mani un ragazzo molto bravo. In rosanero ha fatto molto bene pur non essendo un titolare ma ci fu qualcosa nella sua vita privata che lo bloccò. Zamparini è un presidente particolare e quando sa che un calciatore non è tranquillo lo lascia andare".

Il Napoli fu la squadra che mostrò l'interesse più concreto: "Cavani aveva richieste importanti, anche in Inghilterra, interessava a Mancini ma il Napoli è stato abile e bravo a portarselo a casa. Senza nulla togliere a chi lo avuto in precedenza, ma a Napoli Cavani si esalta. A Palermo era giovane, straniero e doveva adattarsi ed ha debuttato alla quarta giornata di campionato. Poi, qualcosa non è andata per il verso giusto ed Ed aveva bisogno di cambiare aria".

Adesso è diventato una macchina da goal: "Cavani anche a Palermo andava in doppia cifra ma oggi sta battendo quasi tutti i record. Detto questo, credo che il Matador possa ancora migliorare. Nel Napoli sta strabiliando tutti per cui immagino come possa esprimersi in una squadra diversa rispetto a quella azzurra, per certi versi migliore. Ho una simpatia particolare per i colori azzurri e per la città per cui spero che resti a Napoli per sempre".

Napoli però teme di poterlo perdere a giugno: "De Laurentiis è un presidente ambizioso per cui farà certamente uno sforzo per trattenerlo. È troppo importante Cavani per il Napoli e sono certo che De Laurentiis voglia lasciare un segno importante in questa città e per farlo ha bisogno di Cavani".

Sullo stesso argomento