thumbnail Ciao,

Sei anni fa, dopo un'amichevole tra le due formazioni, Moggi provò a trattare il giovanissimo argentino, ricevendo un rifiuto dai blaugrana.

Lionel Messi alla Juventus? Ipotesi di fantascienza, più che di fantamercato. Oggi. Non nell'estate del 2005, quando realmente i bianconeri e chiesero l'alieno argentino al Barcellona, dopo un'amichevole disputata tra le due formazioni.

La partita in questione, giocata il 25 agosto di sette anni fa, era il tradizionale Trofeo Gamper, disputato al Camp Nou. Terminò 2-2, ma non è questo il dettaglio più importante. Semmai, fu un giovanissimo Leo Messi, all'epoca diciottenne da un paio di mesi, a rubare la scena.

Lo conoscevano in pochi, ma quella sera, dopo una serie di dribbling ubriacanti rifilati ai giganti bianconeri, tutti capirono che il ragazzo ci sapeva fare. Anche Luciano Moggi, all'epoca dg della Juve, che secondo il 'Mundo Deportivo' chiese il mancino ai blaugrana, ricevendo però un rifiuto.

Messi rimase al Barcellona dopo che nemmeno il prestito ai rivali cittadini dell'Espanyol si concretizzò. Il resto è storia nota: trionfi in serie, quattro Palloni d'Oro consecutivi, e l'eterna questione se davvero abbia compiuto l'impossibile, ovvero superare il maestro Diego Maradona.

Sullo stesso argomento