thumbnail Ciao,

Discorso coerente quello di Leonardo nei confronti di Nenè. Intanto il dirigente parla del Presidente: "Al Khelaifi? E' lui la vera immagine del Psg".

Intervistato da 'L'Equipe', il dirigente del Paris Saint Germain Leonardo ha parlato del suo ruolo all'interno del club, degli obiettivi del club e soprattutto del sogno di mercato Cristiano Ronaldo.

"Al Khelaifi rappresenta il club, non io. Io sono una delle figure centrali di un progetto sportivo e forse lavoro per me stesso. Ma l'immagine vera del PSG è Al Khelaifi. Ronaldo? Al momento non c'è nulla di concreto ed il ragazzo ha un contratto lungo con il Real Madrid, ma nel momento in cui dovesse effettivamente verificarsi la possibilità di una sua partenza dal Madrid il Psg sarà insieme ad altri cinque club una delle società che potrà acquistarlo. Niente è impossibile per un club come il nostro. Non siamo interessati a Cole ed Evra".

Un occhio alla Champions League e alla situazione di Ibrahimovic: "Sicuramente il Barcellona è la squadra favorita, ma in questo momento anche noi possiamo dire che siamo a sette incontri dal giocare la finale della competizione. Ibra non è solamente un grande uomo, è venuto per fare l'Ibra e lo sta facendo. Se Ibra e Thiago non dovessero essere contenti potrebbero anche andare altrove, eventualmente altri arriveranno".

Nel corso dell'intervista ha trattato anche l'argomento Nenè, attaccante brasiliano sul piede di partenza chiuso dalla durissima concorrenza all'interno della rosa: "Nené deciderà dove andrà, ma se non accetta nulla o vuole rimanere, allora che rimanga. Deve accettare che ha 31 anni e sono in sei in quel ruolo, tutti giovani e con molti margini di miglioramento, bisogna accettare la concorrenza".

Sullo stesso argomento