thumbnail Ciao,

Ha soltanto 20 anni, ma il suo sinistro è maturo al punto giusto: scopriamo la stella del Colon, che grazie al suo talento ha acceso il duello tra Diavolo e Vecchia Signora.

LUCAS MUGNI | La Scheda
Club Colon
Ruolo Trequartista
Data di nascita
12 gennaio 1992
Altezza/Peso 182 cm/77 kg
Nazionalità Argentina
A chi assomiglia Riquelme

A Santa Fè è nato, cresciuto ed esploso con la maglia rossonera del Colon. Ha il passaporto spagnolo, ma l'Italia nel destino. Lucas Mugni è uno di quelli che può permettersi di indossare il numero 10 in campo. Perchè nel calcio, quel numero sulle spalle spetta ai giocatori più talentuosi, quelli che cambiano la partita con una sola giocata o con un assist che nessun altro avrebbbe potuto soltanto pensare. Riquelme insegna, Mugni impara. E alla grande.

APPROVATO DA NESTOR E BATIGOL - La provincia santafèsina vive per il calcio. Lì si nasce col pallone tra i piedi, una caratteristica che renderà grande il giovane Mugni. Il Gimnasia y Esgrima de Ciudalela è la sua prima squadra, giusto il tempo di compiere 9 anni ed iniziare il percorso che lo avrebbe indirizzato dritto nell'elitè del calcio sudamericano, e non solo.

Si trasferisce al Colon, uno die club più importanti della provincia, ed esordisce in prima squadra il 2 maggio 2010 contro l'Atletico Tucuman. Per quella stagione rimane la sua unica presenza, ma con l'arrivo di Nestor Sensini e Gabriel Batistuta la carriera di Mugni subisce una repentina impennata. Il 'Re Leone' diventa segretario tecnico del Colon e punta con decisione sul giovane e talentuoso Lucas, che grazie alla mano di Sensini diventa un trequartista da leccarsi i baffi.

Conclude la stagione scorsa con 13 presenze ed un goal - il primo tra i professionisti - contro l'Independiente.  Il meglio, però, deve ancora arrivare. L'Apertura 2012/2013 è il torneo che presenta Mugni ai top club europei: classe, genio, goal e assist fanno parte dell'essenza del numero 10 rubronegro. Anche in Copa Sudamericana dimostra di essere letale: 4 presenze , un assist e due goal di cui uno splendido in loob al Racing Club.

'Batigol' e Sensini - due che la nostra Serie A la conoscono eccome - hanno dato l'ok, l'approvazione. Lucas Mugni è maturo al punto giusto per arrivare in Italia. Il suo sinistro, magico, parla da sè.

UN 10 ALLA ROMAN - Alla Roman Riquelme. Uno dei pochi giocatori rimasti che sanno dare del tu al pallone e che incarnano perfettamente la definizione di trequartista, un ruolo in via d'estinzione nel calcio moderno. 'El Mudo' va ormai per i 34 anni, ma niente paura: in Argentina hanno ritrovato il 10 di Roman in Mugni, un 'Riquelme 2.0'.

Lucas gioca tra le linee col piglio del veterano, disegna linee di passaggio illeggibili per chi non ha un'intelligenza tattica altamente sviluppata come la sua. Se Mugni decide di mandare il pallone da un parte, c'è poco da fare, il pallone ci va. E' un vero e proprio detonatore, basta un tocco ed i meccanismi di difesa avversari saltano per aria. Come Riquelme è un grande tiratore di punizioni, l'unica differenza col 'Chelo' è che Mugni è un mancino. Un mancino d'oro.

Fisicamente è addirittura avvantaggiato rispetto a Riquelme. E' longilineo e possiede uno scatto niente male anche sul breve e negli spazi stretti, caratteristica necessaria per adattarsi alla velocità del calcio europeo. Sensini lo adopera anche come esterno nel 4-4-2 per sfruttare al meglio le traiettorie del suo piede sinistro, grazie al quale può rientrare e calciare a giro o crossare dal fondo per i compagni.

JUVE VS MILAN - Che il duello di calciomercato abbia inizio. Bianconeri e rossoneri - come riportato in esclusiva da Goal.com Italia - stanno infatti preparando l'offensiva alla preziosa pepita del Colon. In questo senso potrebbe essere fondamentale la collaborazione di Batistuta, che preferirebbe vendere il suo talento ad un club italiano.

Per Mugni è già arrivata un'offerta dell'Atletico Madrid di circa 3 milioni di euro, ma la società prende tempo ed aspetta l'offerta giusta, al prezzo giusto: 7-8 milioni di euro per l'intero carellino. Il Milan ha già sondato il terreno, mentre la Juve aspetta alla finestra monitorando con attenzione la situazione.

Su Mugni c'è anche l'interesse del Catania, ma sarà dura per gli etnei battere la concorrenza del Diavolo e della Vecchia Signora, che si preparano al duello di calciomercato. "Mi piacerebbe indossare la maglia del Milan", ha detto il ragazzino in tempi non sospetti. La Juve proverà a fargli cambiare idea. Un botta e risposta con la speranza di una certezza all'epilogo: l'arrivo di Mugni, l'erede di Roman, in Italia.

Sullo stesso argomento