thumbnail Ciao,

L'agente dell'ivoriano ammette i contatti con la Juve ma spiega: "Niente di concreto". Il nodo è l'ingaggio. Marotta offre tre milioni per sei mesi, Drogba ci pensa.

La Juventus sogna il grande colpo in attacco. Marotta e Conte ormai sono usciti allo scoperto, con Llorente bloccato per giugno, il vero obiettivo del mercato di gennaio si chiama Didier Drogba. L'ivoriano piace, e tanto, dalle parti di Vinovo, per portarlo a Torino i bianconeri sarebbero disposti ad un sacrificio economico non irrilevante, sacrificio che però potrebbe comunque non bastare.

Thierno Seydi, agente senegalese che cura gli interessi di Drogba, contattato da 'Tuttosport', non ha infatti negato di aver parlato del suo assistito con la Juventus, ma puntualizza: "Juve, Milan, Celtic sono tutte squadre interessanti, ma Drogba è un giocatore dello Shanghai Shenhua. Contatti con la Juve ce ne sono stati, è vero, ma non c’è nulla di concreto".

Quindi Seydi glissa sulla possibilità che l'ivoriano accetti la drastica riduzione dell'ingaggio prospettatagli dai bianconeri, che comunque metterebbero sul piatto la cifra monstre di tre milioni netti per i prossimi sei mesi: "Drogba è un grande giocatore, e comunque Didier in questo momento ha in testa soprattutto la Coppa d’Africa".

Non proprio un'apertura insomma. E, se è vero che la Juventus per Drogba sarebbe pronta al grande sacrificio economico, oltre certe cifre sarà davvero molto difficile andare. Il centravanti comunque starebbe ancora valutando l'offerta bianconera, che di certo non lo lascia indifferente.

Se infatti l'ivoriano ha respinto con garbo la proposta arrivata dalla Francia, sponda Olympique Marsiglia, non altrettanto finora ha fatto con quella proveniente da Torino. Drogba infatti, pur aspirando a un contratto più lungo, sa bene che quello bianconero potrebbe davvero essere l'ultimo treno per tornare nel calcio che conta e, a trentaquattro anni, prima di perderlo vuole pensarci bene. La Juve incrocia le dita.

Sullo stesso argomento