thumbnail Ciao,

Il patron rossonero si concentra sul calciomercato: "Santon e Destro ci piacciono, ma con Galliani mi sono impegnato a non fare nessun nome. Allegri resta? Dipende dai risultati".

"We are young" è il nuovo motto del Milan, su questo non ci sono più dubbi. A gridarlo forte ci pensa il presidente Berlusconi, che vuole costruire una squadra giovane e vincente. Un nuovo ciclo basato sulla linea verde, che possa riportare il Diavolo ai vertici.

"Costruiremo una squadra di giovani che possa riportare il Milan ad essere protagonista in Italia e in Europa", assicura il patron rossonero ai microfoni di 'Sport Mediaset'. Ed il calciomercato sarà tutto una sorpresa: "Santon e Destro? Mi sono impegnato con Adriano Galliani a non fare nessun nome, ma logicamente sono nomi che ci piacciono".

Mentre il futuro di Allegri sarà direttamente proporzionale ai traguardi raggiunti in rossonero: "C’è un grande rapporto con Allegri, un rapporto di amicizia e cordialità. Resta? Molto dipende dai risultati che riuscirà ad ottenere". De Sciglio ed El Shaarawy sono invece la base del nuovo progetto: "Possono essere tranquillamente i titolare di quella squadra di giovani che abbiamo in mente di costruire".

Il 'Berlusca' chiude parlando del rimpianto Pirlo e facendo un appunto ai tifosi: "La Juventus è’ una squadra in forma a cui noi abbiamo fatto un involontario regalo, Andrea Pirlo, che è diventato ancora più forte. Per quanto riguarda i tifosi, alcuni di loro mi hanno deluso,è proprio nei momenti di difficoltà che il tifoso deve stare vicino alla sua squadra".

Sullo stesso argomento