thumbnail Ciao,

Il problema dell'inglese è l'ingaggio: le alternative sono l'argentino Pizarro e Hajrovic. Piace Quintero, e oltre al norvegese è in corsa pure Mehmedi.

L'appetito, si sa, vien mangiando. Dopo lo 0-4 di Catania la Lazio non ha più perso, inanellando 13 risultati utili di fila tra tutte le competizioni. E issandosi al secondo posto in serie A. E così in casa biancoceleste si punta a rinforzare la rosa per continuare a guardare da vicino la Juventus e, chissà, impensierirla seriamente.

Non è un mistero che il sogno sia Frankie Lampard, che non rinnoverà col Chelsea. Il problema è l'ingaggio dell'inglese, 5 milioni di euro, molto alto per i parametri biancocelesti. Dovrebbe dimezzarselo, in pratica. Ma intanto Lotito, a cui il centrocampista è stato offerto, ci pensa.

Certo, le alternative dallo stipendio più accessibile non mancano. Come Izet Hajrovic, centrocampista del Grasshoppers, su cui c'è anche l'Udinese. O come l'argentino Guido Pizarro, classe '90, del Lanus. Per il colombiano Quintero il Pescara vuole Kozak, ma la Lazio non intende privarsi del suo centravanti di riserva.

Capitolo attacco: il reparto più bisognoso di forze fresche, dopo l'addio di Tommaso Rocchi. Piace sempre Mohammed Abdellaoue, norvegese dell'Hannover, e, prima che si mettesse ulteriormente in luce con la doppietta alla Juve, pure il sampdoriano Icardi era entrato nei pensieri di Tare. E l'ultima idea è Admir Mehmedi, 21 anni, svizzero della Dinamo Kiev.

Tante idee, dunque. Se poi qualcuna di esse sarà concretizzata, è ancora presto per dirlo. Però siamo ancora agli inizi del mercato, e se la Lazio continuerà a volare come sta facendo, che qualche botto venga sparato non è da escludere. Anzi.

Sullo stesso argomento