thumbnail Ciao,

Il presidente del Milan fa un'importante rivelazione di mercato: "Abbiamo tre giovani nel mirino: uno italiano, che gioca nel nostro campionato, e due stranieri".

E' un Silvio Berlusconi scatenato quello che nella tarda serata di lunedì dice tutto e di più dagli schermi di 'Antenna 3'. Se le bordate alla "mela marcia" Balotelli e il siluro spedito sotto la panchina di Allegri sono il piatto forte delle esternazioni del presidente del Milan, c'è anche molto altro a fare da contorno.

Berlusconi si dice convinto che Pato tornerà in rossonero tra un anno o poco più, come da impegni che sarebbero stati presi dal giocatore direttamente nei suoi confronti, poi celebra l'investitura a vita per Stephan El Shaarawy: "Non se ne andrà mai, lo garantisco nel modo più assoluto. Può diventare un simbolo del Milan".

Succose rivelazioni arrivano anche sull'imminente mercato, laddove Galliani era stato inveve molto più criptico: "Per il momento non ci sono trattative avanzate. Abbiamo tre giovani nel mirino: uno italiano, che gioca nel nostro campionato, e due stranieri. Ma non sappiamo se riusciremo a chiudere già per questa sessione di mercato".

Berlusconi confessa poi un enorme rimpianto, che si rinnova praticamente ogni maledetta domenica... "L'addio di Pirlo è una ferita ancora aperta. Non si è più trovato in sintonia con ambiente e allenatore. Il dispiacere si rinnova tutte le volte che lo vediamo giocare. E' un dolore molto acuto...".

Sullo stesso argomento