thumbnail Ciao,

Il patron rossonero emette una sentenza definitiva sulle chance che il Milan entri in trattativa col City per Balotelli. Su Pato, invece, è ottimista su un ritorno al Milan.

Torna ancora a parlare di calciomercato il patron del Milan Silvio Berlusconi. Ai microfoni di 'Antenna 3', infatti, durante il programma 'Lunedì di rigore', questa sera il primo tifoso rossonero ha di fatto chiuso definitivamente le porte ad un'eventuale trattativa col Manchester City per Mario Balotelli.

"Balotelli è una mela marcia - è il caustico commento di Berlusconi - Potrebbe infettare tutti gli spogliatoi, compreso quello del Milan". Che il parere del patron rossonero su SuperMario non fosse particolarmente positivo, con riferimento ad un suo approdo al Milan, era già noto, viste le dichiarazioni dei giorni scorsi, ma probabilmente nessuno si aspettava un giudizio tanto 'brutale' sul giovane attaccante del City, cosa che a questo punto sembra dover chiudere ogni possibile spiraglio di trattativa.

E per un attaccante che, pare, non potrà mai arrivare in rossonero, eccone uno che potrebbe prima o poi tornare. Riguardo Alexandre Pato, infatti, Berlusconi è ottimista riguarda ad un suo ritorno al Milan, nonostante sia solo di qualche giorno fa il suo trasferimento al Corinthians.

"Fra un anno, un anno e mezzo Pato tornerà al Milan - ha detto - Una serie di infortuni ha creato un certo distacco fra lui e l'establishment di Milanello, ma l'accordo è stato che lui va là, ci rimane un anno, un anno e mezzo e poi torna al Milan. Questo è quello che mi ha detto abbracciandomi l'ultima volta che ci siamo visti, ad Arcore".

Intanto, però, Berlusconi si gode un El Shaarawy che fa faville... "Abbiamo avuto la capacità e la fortuna di incocciare in un campione e una persona umanamente ricca come questo ragazzo - ha detto - E' già diventato un simbolo del Milan e, come è stato nel passato per i vari Maldini e Baresi, El Shaarawy può fare per sempre parte della nostra storia".

E detto la sua sui giocatori, Berlusconi ha parlato anche degli allenatori... "Guardiola? Ho sempre desiderato portarlo al Milan, perchè negli ultimi anni il Barcellona ha espresso il miglior calcio - ha detto - Fino all'anno scorso la nostra squada aveva campioni di alta classe che potevano praticare il gioco di Guardiola, ma ora le possibilità che possa venire qui sono molto basse".

E su Allegri, invece, Berlusconi è stato sibillino. Alla domanda se il tecnico rimarrà sulla panchina rossonera anche nella prossima stagione ha risposto evasivo: "Devo dire la verità? Passiamo a un'altra domanda...".

Sullo stesso argomento