thumbnail Ciao,

Il patron nerazzurro detta la linea per la campagna acquisti invernale: "Non siamo in condizione di spendere, come tutti in questo momento".

Sorrentino dal Chievo, Schelotto dall'Atalanta, sono questi i possibili colpi di mercato dell'Inter per il mercato invernale di gennaio. Il presidente nerazzurro, dopo il vertice con Branca e Ausilio tenutosi nella sede della Saras, ha parlato anche della sconfitta subita domenica pomeriggio contro l'Udinese.

"Ho visto per 25 minuti le persone che dovevo vedere - ha spiegato Moratti -, ma abbiamo parlato soprattutto di ieri, che era poi un presupposto per parlare anche del futuro o del presente vicino, ma quello di cui abbiamo maggiore esigenza è che guariscano tutti i giocatori che sono fuori. Difficile dare un giudizio non potendo far giocare dai dieci ai dodici giocatori tra infortunati e squalificati".

Più nel dettaglio, sarà un gennaio attento: "Non siamo in condizione di spendere, come tutti. Sarà un mercato di colpi di aggiustamento, ma si tratta comunque di buoni giocatori. Sorrentino, Schelotto ed altri colpi? I nomi sono quelli, ci saranno dei colpi coi quali vorremmo aggiustare la squadra, ne abbiamo parlato con Stramaccioni. Sneijder? Mi chiedete troppo...".

Il patron nerazzurro ha anche analizzato la sconfitta contro la squadra di Guidolin: "La partita contro l'Udinese sembrava ad un certo punto che la potessimo portare a casa, poi è arrivata la sconfitta. Menomale che dietro hanno frenato. E' stato un girone d'andata simile a quello dello scorso anno. Gli arbitri non ci portano sul palmo di una mano, ma riguardo all'arbitraggio contro l'Udinese non ho nulla da recriminare".

All'indomani del pesante ko di Udine Moratti conferma dunque la linea paziente dell'Inter: nessuna reazione rabbiosa sul mercato, ma pochi colpi, ragionati, per puntellare l'organico. Alla luce delle lacune palesate ad Udine, il fronte più importante continua ad essere quello legato a Wesley Sneijder: vederlo fuori rosa in una squadra che fatica a creare gioco è difficile da spiegare...

Sullo stesso argomento