thumbnail Ciao,

L'amministratore delegato della Juventus, ha poi dato una strigliata alla squadra: "Dobbiamo fare autocritica, e non commettere più gli stessi errori".

Ospite della 'Domenica Sportiva', l'amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, ha voluto smentire le presunte azioni di disturbo del club bianconero nei confronti del calciomercato della Fiorentina.

"Di Giuseppe Rossi dico che prima dell'infortunio era uno dei migliori del nostro calcio. - ha affermato - Gli auguro di rimettersi. Noi non siamo intervenuti nella trattativa che lo ha portato alla Fiorentina, così come non lo facemmo nel caso Berbatov la scorsa estate".

"Non siamo mai stati scorretti nei confronti dei viola, - ha aggiunto - sono dinamiche che vengono fuori nel periodo del mercato, specialmente con la Fiorentina che è nostra rivale. Jovetic? Non lo abbiamo trattato e non abbiamo intenzione di farlo".

Il discorso si è poi spostato sul ko odierno contro la Sampdoria. "E' il secondo anno su tre che perdiamo in casa la prima del nuovo anno, - ha ricordato Marotta - subendo anche infortuni rilevanti, come quello di Quagliarella due anni fa. Per fortuna quello di Marchisio è solo una forte contusione, non c'è nessun problema ai legamenti, la Befana non è una giornata positiva per noi".

Ora le rivali si sono avvicinate ai bianconeri e il campionato potrebbe essere riaperto. Ma il dirigente bianconero preferisce guardare alla propria squadra. "Siamo principalmente preoccupati da noi stessi. - ha detto - Non so se esista un'anti-Juve, siamo in testa e con merito. Ogni partita nasconde insidie particolari, dobbiamo guardarci dentro e non ripetere prestazioni come quella di oggi. Dobbiamo fare autocritica, non commettere più questi errori e proseguire il nostro cammino".

Sullo stesso argomento