thumbnail Ciao,

Lodi è il grande obiettivo per il centrocampo, il Catania però resiste. Pulvirenti ha deciso di non cedere i suoi gioielli fino a giugno.

Sistemato il discorso relativo al vice Milito con l'approdo in nerazzurro di Tommaso Rocchi, l'Inter potrà ora concentrarsi su gli altri settori del campo e, i prossimi giorni, potrebbero rivelarsi assai caldi sul fronte del calciomercato.

Uno dei primi nomi nella lista della spesa degli uomini mercato meneghini è Schelotto per il quale ci sarà presto un incontro con l'Atalanta. Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, le parti sarebbero ora più vicine perchè l'Inter non penserebbe più ad un prestito con diritto di riscatto ma ad un acquisto a titolo definitivo.

Il club bergamasco chiede 8 milioni di euro, l'Inter è pronta a mettere sul piatto 5 milioni più la metà del cartellino di Livaja, su queste basi l'intesa potrebbe non essere lontana. Per la zona nevralgica del campo, piace invece sempre più Francesco Lodi.

L'Inter sarebbe pronta ad investire 2 milioni di euro più le comproprietà di un paio di talenti da scegliere tra Crisetig, Bessa, Romanò e Duncan, in questo caso però, la trattativa pare più complicata perchè Pulvirenti, anche nella giornata di ieri, ha ribadito di non voler cedere i propri gioielli almeno fino a giugno.

Nelle ultime ore, si sono intensificati i discorsi con gli iberici dell'Espanyol. Longo può infatti rientrare in anticipo dal prestito, il percorso inverso potrebbe invece farlo Alvarez che sta trovando poco spazio in questa stagione.

Resta poi da risolvere il caso Sneijder, con l'Inter in attesa di offerte concrete che le consentano di racimolare un'importante somma di denaro da reinvestire poi sul mercato.

Sullo stesso argomento