thumbnail Ciao,

Il presidente del Toro rinuncia all'idea di ottenere il prestito di Barreto dall'Udinese, ma la cifra richiesta dai friulani è ancora troppo alta.

Da tempo ormai il tecnico del Torino Giampiero Ventura cova la speranza di poter accogliere in squadra il brasiliano Barreto. La dirigenza granata ha sempre trattato con l'udinese sulla base di un prestito, incassando ripetuti e frustranti rifiuti. Ora però la musica potrebbe cambiare: secondo quanto riportato da 'Tuttosport', Cairo sarebbe ora disposto a pagare per ottenere la metà del cartellino del giocatore.

L'Udinese per la comproprietà chiede 3 milioni di euro, troppo per il Toro che comunque spera di portare la cifra di poco sopra ai 2. L'ostacolo maggiore sembra comunque essere rappresentato dalla concorrenza del Pescara, club che detiene il cartellino di Quintero, molto apprezzato in Friuli e che potrebbe rappresentare la chiave di volta per sbloccare la trattativa.

Un nome che da tempo circola in orbita Toro è quello di Nicola Pozzi. A metà della prossima settimana la dirigenza granata incontrerà quella della Samp per valutare l'ipotesi del trasferimento della punta romagnola. Sul taccuino anche Tissone, graditissimo a Ventura e già trattato in estate. Ai blucerchiati invece interessa Matteo Darmian, giudicato però giudicato indispensabile dal tecnico granata.

Un altro potenziale obiettivo di mercato è l'uruguaiano Olivera, in uscita dalla Fiorentina e per il quale potrebbere prendere corpo un'asta serrata con diversi club di A ed esteri. Per la mediana sono tenuti d'occhio anche Donadel, acquisibile in prestito, e Gaetano D'Agostino, regista del Siena in odore di cessione.

Sullo stesso argomento