thumbnail Ciao,

Mercato bollente in casa nerazzurra: oltre all'ex laziale saranno diverse le facce nuove per Stramaccioni. In partenza Alvarez, richiesto da Galatasaray e Liga.

Fino a qualche mese fa poteva apparire impensabile, ma pare davvero che l'Inter opererà una mezza rivoluzione, a gennaio. Potranno essere fino a cinque, le facce nuove che si alleneranno alla Pinetina. Compreso, ovvio, Tommaso Rocchi, già messo sotto contratto nei giorni scorsi come alternativa a Milito.

Nessun big, intendiamoci. Solo giocatori funzionali al progetto di squadra di Stramaccioni. Come un secondo portiere, dopo l'infortunio occorso in Coppa Italia a Castellazzi: si pensa a Stefano Sorrentino, numero 1 del Chievo, che vorrebbe in cambio un tra Mariga e Obi mentre l'Inter spera di inserire nella trattativa il difensore Bianchetti.

È bollente, l'asse con i veronesi: dal club gialloblu potrebbe infatti tornare anche Marco Andreolli, uscito proprio dalla primavera nerazzurra prima di essere ceduto in via definitiva. La possibile squalifica di Ranocchia, nell'ambito calcioscommesse, consiglia la società che è meglio prevenirsi e acquistare un difensore centrale in più.

Altro nome? Eccolo: quello dell'atalantino Ezequiel Schelotto, su cui l'interesse interista è stato svelato in esclusiva da Goal.com. Nella lista c'è anche Francesco Lodi, regista del Catania, da prendere magari coi soldi di una cessione di Ricky Alvarez: sull'argentino c'è il Galatasaray, ma anche un top club spagnolo sarebbe interessato.

Di fronte a questo ben di Dio in entrata, qualcosa dovrà pur uscire per riequilibrare la rosa. Può essere Wesley Sneijder, da tempo in rotta con la società, anche se l'olandese non andrà al Queens Park Rangers. Il denaro entrante da una sua possibile partenza potrebbe essere finalmente reinvestito per arrivare al brasiliano Paulinho.

In uscita c'è pure Jonathan, cercato in patria: Flamengo e Internacional sperano di poter contare presto sul laterale destro, magari anche solo in prestito. Altri giovani andranno a farsi le ossa: Livaja, ma anche Romanò e Duncan. Occhio anche alla situazione di Matias Silvestre, poco convincente fin qui.

Sullo stesso argomento