thumbnail Ciao,

Summit in corso tra Bigon, Antonelli e l'agente per definire il ritorno in azzurro della punta. Intanto il vicepresidente dell'Udinese assicura: "Non farà rimpiangere Dossena".

Il Napoli sta per collocare i due tasselli utili a completare il proprio mosaico. Emanuele Calaiò e Pablo Armero, a ore diventeranno nuovi calciatori azzurri: per il bomber del Siena è in corso il summit decisivo per chiudere l'affare, sul colombiano il vicepresidente dell'Udinese Franco Soldati conferma l'imminente 'fumata bianca'.

A Milano, è in corso l'incontro 'verità' tra Bigon, il ds dei toscani Antonelli e l'agente della punta Alessandro Moggi per trovare l'intesa definitiva: l'accordo prevederebbe il ritorno di Calaiò all'ombra del Vesuvio in prestito oneroso (500mila euro) con diritto di riscatto a giugno fissato a 2 milioni.

Per quanto riguarda Armero, il dirigente dei friulani assicura: "E' un grandissimo esterno e non farà rimpiangere Dossena - dice Soldati - Cambiare aria magari gli farà dimenticare qualche disavventura vissuta qui a Udine, uscire da quest'ambiente gli farà bene. Non posso dare alcuna ufficialità, ma mi auguro che Vagheggi trovi l'intesa con Bigon e la nostra dirigenza".

Sullo stesso argomento