thumbnail Ciao,

Una vecchia gloria biancoceleste ha analizzato il mercato di riparazione della Lazio: stavolta l'imperativo è "squadra che vince non si cambia" e Pulici farebbe una sola operazione

Nel corso della trasmissione ‘La Lazio siamo noi’ sull’emittente radiofonica ‘Radio Manà Sport’, l’ex portiere biancoceleste Felice Pulici ha parlato del calciomercato invernale della sua Lazio, spaziando dalla situazione dei portieri alla trattativa per l’eventuale arrivo dal Chelsea di Lampard, passando per Rocchi e Zarate.

La Lazio ha tre ottimi portieri - ha detto Pulici - Marchetti è indiscutibilmente il titolare, con l’eccezione di qualche problema fisico non lascia agli altri due molte occasioni per mettersi in luce. Perciò lascerei andare via Bizzarri nel caso in cui dovesse giungere qualche offerta, è un portiere che merita di giocare titolare in Serie A. Tanto come secondo Carrizo va più che bene”.

La cessione di Bizzarri sembra l’unica operazione che la società dovrebbe fare, secondo Pulici. “La rosa deve rimanere così com’è, non ha bisogno né di innesti né di tanti cambiamenti. Starei attento persino a operazioni del calibro di Lampard: il suo apporto tecnico non è in discussione, ma il valore medio del centrocampo della Lazio non è da meno e l’esborso economico sarebbe molto importante”.

Infine, un intervento riguardo l'addio di Tommaso Rocchi, che è vicino alla firma con l’Inter. “Vederlo con un’altra maglia dispiacerebbe molto, allo stesso modo in cui mi dispiace, ma per motivi differenti, dover constatare il fallimento di un talento come quello di Mauro Zarate”.

Sullo stesso argomento