thumbnail Ciao,

Sneijder trova la porta del Psg sbarrata da Leonardo: "Non lo abbiamo mai cercato, ne abbiamo 5 nel suo ruolo". Il buon Leo si arrabbia per colpa di Lavezzi e minaccia punizioni...

Il Direttore sportivo del club parigino contrariato dal ritardo nel ritorno dalle vacanze del 'Pocho', di Pastore e Lugano: "Punirli? Vediamo cosa potremo fare adesso".

Se l'Inter intende fare cassa con Wesley Sneijder, ormai da tempo in rotta con i nerazzurri per il rifiuto di spalmare su più anni il suo ingaggione, è meglio che non guardi in direzione Parigi.

E' questo il succo delle parole molto decise con cui Leonardo - dal ritiro del Paris Saint-Germain in Qatar -  nega qualsiasi interesse per l'olandese: "Onestamente, non abbiamo mai contattato Wesley per venire al Psg. in squadra ci sono cinque giocatori nel ruolo di Sneijder...".

Stesso concetto espresso per Ashley Cole: "Non abbiamo mai parlato con Cole, non c'è mai stato contatto. Carlo Ancelotti è stato il suo allenatore al Chelsea, è per questo che la cosa è uscita".

Il Ds dei vicecampioni di Francia appare piuttosto contrariato per il ritardo con cui Lavezzi, Pastore e Lugano si sono aggregati al resto della squadra di ritorno dalle vacanze in Sudamerica: "Sono arrivati con un giorno di ritardo e, ovviamente, non siamo felici per nulla di questo. Non è giusto, perchè non era previsto così, adesso vedremo cosa fare. Nenè era l'unico che aveva il permesso di arrivare il 30 dicembre, ma non di certo loro 3: ancora non li ho visti, ma hanno sbagliato stavolta. Punirli? Vediamo cosa potremo fare adesso...".

Sullo stesso argomento