thumbnail Ciao,

Il club vuole blindare lo slovacco, sull'esempio di Cavani. In difesa Silvestre rimane il preferito, possibile staffetta Dossena-Armero sull'out sinistro. Nenè per l'attacco?

Il Napoli prepara la rivoluzione di gennaio. Sono quattro, forse cinque, i colpi in cantiere preparati dalla premiata ditta De Laurentiis-Bigon. La priorità, naturalmente, verrà data al vice Cannavaro. Silvestre (Inter) rimane l'opzione preferita, più del costoso Astori, valutato da Cellino intorno ai 15 milioni: troppi per il club azzurro, che continua a seguire anche Andreolli, Neto e Zaccardo. Su quest'ultimo c'è anche il Genoa.

Di difensori, peraltro, potrebbero arrivarne due, visto l'addio di Aronica, passato al Palermo. Il vecchio Totò potrebbe essere raggiunto presto da Dossena: Lo Monaco è interessato ad averlo in prestito, il Napoli si è già premunito sondando Armero. La staffetta tra i due mancini potrebbe concretizzarsi nei prossimi giorni.

A metà campo si cercano amatori per Donadel, che non sembra interessato nè al Pescara nè al Torino che si erano fatti avanti per lui. A Mazzarri piacerebbe tanto avere Flamini, col Milan se ne parlerà presto. Infine, l'attacco, dove con l'addio di Vargas, destinato ad un club brasiliano, servirà un'altra punta: sono in rialzo le quotazioni di Nenè del Cagliari, ma Calaiò e Floccari non sono ancora usciti dai radar.

De Laurentiis, oltre che in entrata, ha in mente di operare anche in un altro modo, cioè blindando i propri gioielli. Dopo Cavani, potrebbe essere la volta di Marek Hamsik: è possibile, come riportato dalla 'Gazzetta dello Sport', l'inserimento di una clausola rescissoria nel contratto dello slovacco, attualmente in scadenza nel 2016.

Sullo stesso argomento