thumbnail Ciao,

L'allenatore dei Galletti teme comunque il Cittadella, avversario di giornata dei biancorossi: "Sono la vera rivelazione del campionato e stanno facendo benissimo".

Il Bari di Vincenzo Torrente chiuderà questo 2012 a Padova, dove affronterà domani il Cittadella. Come ogni fine anno si fa il bilancio di come è andata la stagione ed il tecnico biancorosso ha tracciato quello della formazione biancorossa.

"E' stato un anno di grande crescita. - ha detto Torrente - Contro il Cittadella cercheremo di chiuderlo bene. Abbiamo tutte le possibilità di chiuderlo al meglio, ma questo dipenderà da noi. Domani incontreremo la vera rivelazione di questo campionato. Il Cittadella sta facendo benissimo, lo ha già fatto negli anni passati. Ha cambiato poco rispetto all'anno scorso, l'allenatore è lì da otto anni e la società è una società seria che sta facendo grandi cose".

Anche a livello personale il 2012 è stato Torrente un buon anno. "Per me è stato un anno positivo. - ha affermato - Quella che ho fatto è stata un'esperienza importante che mi ha aiutato a crescere e a migliorarmi".

L'ex allenatore del Gubbio ha quindi continuato a tessere elogi nei confronti della squadra padovana. "Se parliamo di numeri meglio il Bari. In quest'anno la squadra ha avuto una crescita continua e penso che avrà ancora margini di miglioramento. Personalmente sono soddisfatto. Parlando però del Cittadella è veramente una rivelazione, ma come ho detto prima, abbiamo le potenzialità per andare a Padova a fare risultato. Dipenderà tutto da noi. Vogliamo iniziare bene il girone di ritorno e chiudere l'anno nel migliore dei modi cogliendo un risultato positivo".

Torrente ha poi parlato della lunga sosta che ci sarà nel mese di gennaio. "In questo momento può farci bene perché non siamo più brillanti come prima. Sono diverse settimane che non siamo brillantissimi. Qualche ragazzo deve recuperare energie fisiche e mentali. Sarà una sosta lunga, sicuramente una novità, e alla ripresa degli allenamenti dovremo fare quasi una piccola preparazione".

A livello di soluzioni tattiche, contro il Cittadella Torrente potrebbe riproporre lo schieramento di Cesena. "Durante la settimana abbiamo provato diverse soluzioni, il 4-3-3 ed il 3-4-3. Deciderò domani se giocare con il 4-3-3 oppure con il 3-4-3. Bellomo potrebbe essere il terzo attaccante. In avanti noi non diamo punti di riferimento. Per la formazione ho ancora tre dubbi per quanto riguarda i tre reparti. Per fortuna potrò scegliere chi far giocare".

"Relativamente al modulo - ha aggiunto ancora Torrente - mi è molto piaciuto quello di Cesena. Agli emiliani non abbiamo concesso niente, abbiamo anche creato qualche azione pericolosa. Poi ci sono state le espulsioni che hanno condizionato la gara".

Il tecnico biancorosso ha quindi chiuso la sua conferenza stampa parlando del calciomercato. "Spero che la squadra possa rimanere questa. - si è augurato - Al momento ci manca, e il ds Angelozzi lo sa, un terzino sinistro di ruolo. Qualcosa cercheremo di farla. Ci sarà anche qualche uscita. Se qualche ragazzo non è contento perché non gioca andrà via. Queste sono le valutazioni che faremo. Spero che la rosa rimanga questa".

Sullo stesso argomento