thumbnail Ciao,

Galliani non si schioda dalla richiesta di 10 milioni di euro, il club brasiliano potrebbe offrire al Diavolo il cartellino del giovane fantasista.

Se per la cessione di Pato al Corinthians mancano ormai soltanto alcuni dettagli e l'annuncio ufficiale, per scoprire il futuro di Robinho bisognerà attendere ancora qualche giorno. Domani il Milan torna ad allenarsi ma a Milanello non si vedrà il numero 7, che ha ricevuto da Galliani l'autorizzazione per restare in Brasile per seguire in prima persona l'evolversi delle trattative. Ci sarà invece Pato, che già alla fine della prossima settimana dovrebbe però riprendere l'aereo in direzione San Paolo.

Sia per la cessione di Pato al Corinthians che per quella di Robinho al Santos (che resta la squadra che ha mostrato il maggior interesse per il campione brasiliano) bisognerà attendere almeno il 3 gennaio, data nella quale sono stati fissati gli appuntamenti tra Galliani e le società coinvolte.

Per sbloccare la trattativa per riportare a casa il 'figliol prodigo' il 'Peixe' potrebbe offrire al Milan il giovane fantasista Felipe Anderson, classe 1993, seguito con attenzione dai rossoneri in questi mesi. Galliani, che finora non si è schiodato dalla richiesta iniziale di 10 milioni di euro, potrebbe vacillare alla luce del grande potenziale di uno degli ultimi gioielli sfornati dal florido settore giovanile del Santos.
 
Più defilato resta l'Atletico Mineiro, mentre sia il Flamengo che il San Paolo sembrano ormai fuori dai giochi. Ma Robinho la sua scelta l'ha fatta già da tempo: vuole tornare a casa, nel Santos e ricongiungersi con l'amico Neymar.

Sullo stesso argomento