thumbnail Ciao,

Il capitano nerazzurro, inervistato da una radio argentina, incorona Messi: "Siamo in presenza del migliore della storia. Bisogna goderselo perchè è argentino"

"Peruzzi mi piace, Milito e Alvarez restano". A parlare con i crismi dell’uomo immagine e con la razionalità del quasi dirigente è Javier Zanetti, direttamente da casa sua, con un pensiero fisso: l’universo Inter. A dar voce al capitano del Biscione la radio argentina 'La Red'. Si parla di mercato e di alcuni suoi connazionali.

'Pupi' ammette di essere incantato dalle potenzialità del giovane Gino Peruzzi, messosi in luce nel Velez: “E' uno dei giocatori argentini di prospettiva. L’ho visto giocare diverse volte, e mi è piaciuto. Ricorda me quando iniziai a giocare, l'ho visto giocare ad un buon livello".

Il capitano della Strama-band rassicura il popolo nerazzurro sulla situazione contrattuale del Principe Milito, nonostante le avances, ormai cosa nota, del Racing Avellaneda che farebbe carte false per riportarlo in patria. “Ha ancora un anno e mezzo di contratto, scade nel 2014, e credo che lo rispetterà. Può essere che la sua idea sia quella di tornare in futuro. Ad oggi resta".

Zanetti si tiene stretta la colonia argentina, zoccolo duro e asse portante dalla genesi pre-Mou fino a quella odierna, che vanta ancora diversi elementi in organico. Alza le difese su Ricky Alvarez, che secondo parte della stampa nostrana sarebbe uno dei più accreditati a lasciare la compagnia nerazzurra, ma non secondo il capitano. “Ho parlato con Ricky, mi ha detto che vuole rimanere all’Inter e trovare continuità”.

Poi un pensiero su Messi, padrone dei record, l’ultimo quello del numero di gol realizzati nell’anno solare: "Non ci sono aggettivi per descrivere Leo, non solo per i suoi 91 goal nel 2012. Per tutto quello che sta facendo in questi anni. Siamo in presenza del migliore della storia. Bisogna goderselo perchè è argentino. E' un privilegio".

Chiusura dedicata ad una gara di beneficienza in programma sabato prossimo a Tallares: “Un club che mi ha dato tanto emozioni, lì conobbi anche mia moglie”. Sarà una partita tra amici, invitati al match, Osvaldo, Milito e Denis.

Sullo stesso argomento