thumbnail Ciao,

ESCLUSIVA - I rossoneri preparano un'offerta per l'ex interista, che vuole lasciare Manchester. L'idea è il prestito con opzione d'acquisto in estate, ma il City vuole venderlo.

Il Milan non smette di pensare a Mario Balotelli. Secondo quanto appreso da Goal.com, anzi, la società rossonera sta preparando un'offerta per riportare in Italia il 22enne attaccante del Manchester City.

In via Turati sono fiduciosi che gli affari Pato e Robinho vadano a buon fine. E proprio dalle cessioni dei due brasiliani giungerebbero i fondi necessari per tentare il trasferimento del giocatore della nazionale italiana, valutato 24 milioni di euro dal City.

In questi giorni il Milan è in trattative serrate con il Corinthians per la cessione di Pato, che dovrebbe diventare un giocatore dei neo campioni del Mondo nei primi giorni di gennaio, per circa 15 milioni di euro. Robinho, invece, è stato offerto in patria a vari club da Adriano Galliani, con il Santos favorito sul Flamengo dopo il ritiro di quest'ultimo dalle trattative.

Con ogni probabilità, la società rossonera proporrà al Manchester City la formula del prestito con opzione di acquisto definitivo in estate. Gli attuali campioni d'Inghilterra vorrebbero invece cedere Balotelli in via definitiva il prima possibile, temendo una svalutazione del giocatore a causa del ridotto numero di partite disputate fin qui.

"La vicenda riguardante Balotelli è arrivata a un punto in cui sia il giocatore che il suo club vogliono semplicemente che il suo periodo come calciatore del City termini il più presto possibile - ha affermato a Goal.com una fonte interna - Mario ha detto al suo procuratore che è pronto a lasciare Manchester. E sta solo aspettando una chiamata dall'Italia".

Balotelli non gioca con la maglia del City dal derby di Manchester dello scorso 9 dicembre, perso 3-2 dagli uomini di Roberto Mancini. La sua situazione è peggiorata nei giorni successivi, con la minaccia di citare il club in tribunale a causa di una multa comminatagli per eccessivo nervosismo in campo, minaccia poi ritirata la scorsa settimana.

Mancini ha sempre difeso Balotelli, ma ha anche affermato dopo la stracittadina che l'ex interista deve "iniziare a pensare di più al suo lavoro", criticando la scarsa vitalità mostrata nel big match perso contro lo United.

Dunque, Balotelli pare avviato sulla strada del ritorno in Italia. L'attaccante accetterebbe una lieve riduzione del suo stipendio, attualmente di 110.000 sterline settimanali, pur di tornare a Milano. Formerebbe una gran coppia con lo stratosferico El Shaarawy e permetterebbe di dimenticare i guai di Pazzini e Bojan, che hanno deluso segnando appena 10 reti in due.

Sullo stesso argomento