thumbnail Ciao,

Mai così tante risorse economiche a disposizione negli ultimi anni, i rossoneri possono ambire a nomi importanti: per l'attacco resta in auge Drogba.

E' un Milan potenzialmente ricchissimo, quello che sta per affacciarsi sul mercato di gennaio. A differenza delle ultime stagioni, quest'anno Adriano Galliani potrebbe contare su un tesoretto non da poco per finanziare le previste operazioni in entrata. A patto, naturalmente, che vadano in porto le cessioni di Pato e Robinho, che consentirebbero ai rossoneri di avere introiti per circa 50 milioni di euro.

La società dovrebbe incassare dalle cessioni dei cartellini dei due attaccanti una cifra vicina ai 25 milioni, più altri 24 di risparmio sugli ingaggi. Numeri importanti, soprattutto se pensiamo che lo scorso anno Galliani spese poco più di 2 milioni (per le operazioni Muntari, Maxi Lopez, Mesbah e Merkel), mentre due anni fa furono investiti 7,4 milioni (per prendere Cassano, Emanuelson, Van Bommel, Legrottaglie e Didac Vilà).

LE SPESE DEL MILAN A GENNAIO
2011/12 - 2.05 milioni
(per Muntari, Maxi Lopez, Mesbah e Merkel)
2010/11 - 7.4 milioni
(per Cassano, Emanuelson, Van Bommel, Legrottaglie e Didac Vilà)
2009/10 - 1.4 milioni
(per Beckham, Mancini e Adiyiah)
2008/09 - 10 milioni
(per Beckham, Thiago Silva e Mattioni)
Stavolta, insomma, sembrano esserci le premesse per un mercato di riparazione deluxe. Con la sola vendita di Pato (15 milioni) entreranno più soldi di quelli spesi negli ultimi due mercati invernali. In caso di contemporaneo addio del 'Papero' e di Robinho, l'obiettivo societario è quello di consegnare una grande punta ad Allegri: Drogba o Villa, entrambi, guardacaso, accostati alla Juventus negli ultimi tempi. In ribasso, invece, le quotazioni di Balotelli.

Il Milan, per convincere l'ivoriano (al momento il nome preferito per l'attacco), punta molto sulla sua fame di Champions. L'ex Chelsea, in procinto di liberarsi dallo Shangai Shenhua, chiede un ingaggio molto alto. In via Turati sarebbero disposti a spingersi fino a 4 milioni all'anno più bonus. La stessa proposta, secondo 'TuttoSport', sarebbe pronta per David Villa, stufo di fare panchina al Barcellona. Sullo spagnolo, però, ci sarebbero tre big di Premier, ovvero Chelsea, Arsenal e Liverpool.

'El Guaje', che guadagna 6 milioni annui, non sarebbe impiegabile in Champions. I rossoneri vorrebbero chiederlo al Barça in prestito (oneroso) con diritto di riscatto. Ma uno-due interventi sono previsti anche negli altri reparti: in particolare a centrocampo, dove resta calda la pista Strootman, valutato dal Psv sui 10 milioni. Affare fattibile, a patto che gli olandesi abbassino un po' le pretese.

Sullo stesso argomento