thumbnail Ciao,

Branca e Ausilio lavorano per rinforzare tutti i reparti. In difesa qualcuno arriverà, mentre a centrocampo prende quota l'ipotesi di 'un riciclo' di Sneijder come regista.

Non solo vice-Milito: l'Inter lavora alacremente sul mercato per mettere a disposizione del tecnico Andrea Stramaccioni una squadra più forte e competitiva nella seconda parte di stagione. Per la difesa sono soprattutto due i nomi al vaglio del duo Branca-Ausilio: si tratta del difensore centrale del Chievo Verona, Marco Andreolli, e dell'esterno destro dell'Eintracht Francoforte Sebastaian Jung.

Il primo ha il contratto in scadenza a giugno, e dal primo febbraio potrà firmare con chi desidera. Il giocatore, cresciuto nelle giovanili nerazzurre, gradirebbe un ritorno alla Pinetina, e sarebbe utilizzabile anche in Europa League, particolare non di seconda importanza. Inoltre i buoni rapporti con il Chievo, club a cui a gennaio i nerazzurri cederanno il giovane Bianchetti, potrebbero portare alla fumata bianca.

Il tedesco, invece, rappresenterebbe un investimento importante per la corsia destra. Più difficile, invece, l'arrivo dal Porto di Rolando, che sarebbe preso dal club di Corso Vittorio Emanuele solamente in prestito. Per giugno, infatti, i nerazzurri, hanno già avuto il sì di Campagnaro, che arriverà a parametro zero dal Napoli.

Più difficile la situazione del centrocampo. Si complica infatti notevolmente per i nerazzurri l'operazione Paulinho. Il Manchester City avrebbe infatti mandato in Brasile un suo emissario, pronto a presentare una proposta da 14 milioni al Corinthians. A quelle cifre i nerazzurri si tirerebbero indietro, e spunta anche un'idea per rimpiazzare l'assenza di un regista di centrocampo in organico.

Quella di 'riciclare' Wesley Sneijder, il cui addio è tutt'altro che semplice, in un nuovo ruolo alla Pirlo. In uscita, invece, Ricky Alvarez potrebbe accasarsi al porto, mentre Parma e Palermo sono fortemente interessate a Jonathan.

Sullo stesso argomento