thumbnail Ciao,

Moratti e Preziosi d'accordo sull'approdo della punta in nerazzurro, resta da vedere se la Roma vorrà rinforzare una rivale. Intanto il patron dei siciliani gli fa la 'corte'...

Quello di Marco Borriello rischia di diventare uno dei nomi più caldi del calciomercato di gennaio. L'attaccante è in procinto di lasciare il Genoa, che gli preferisce Immobile soprattutto dopo la lite con il ds Foschi, l'Inter fa sul serio ma c'è da capire le intenzioni della Roma (proprietaria del cartellino). Intanto da Palermo patron Zamparini gli fa la 'corte'.

Le intenzioni dei nerazzurri nella finestra invernale sono chiare, regalare a Stramaccioni un'alternativa a Milito. Il centravanti napoletano è balzato in cima alla lista e, come rivela la 'Gazzetta dello Sport', Moratti e Preziosi avrebbero già trovato l'intesa per il suo trasferimento.

Uno dei nodi che rischia di complicare la trattativa si chiama Roma: visto che durante una stagione un calciatore non può essere ceduto in prestito a due squadre diverse, Borriello tecnicamente dovrebbe rientrare in giallorosso per poi essere girato all'Inter. In questo caso, spetterà ai capitolini decidere se rinforzare una diretta concorrente nella corsa Champions oppure no.

Tornando all'asse Inter-Genoa, nell'ambito dell'affare Borriello potrebbe rientrare anche il nome di Matias Silvestre. Il difensore argentino è impiegato col contagocce e lascerebbe volentieri Milano per rimettersi in discussione. I liguri hanno offerto 3,5 milioni per la metà, ma con la fumata bianca sull'approdo all'Inter della punta le cifre potrebbero abbassarsi.

Nel caso in cui non si dovesse arrivare a Borriello, il club di Moratti tornerebbe a setacciare altre piste già sondate: nella lista Pinilla, Ibarbo, Rocchi, Floccari, Kozak, Bobadilla e Bianchi. Ipotesi, queste, che rischiano di diventare realtà alla luce delle parole di Zamparini.

Il presidente del Palermo, come riporta 'Tuttosport', ha espresso il proprio gradimento nei confronti di Borriello: "È uno dei nomi che seguiamo, anche se siamo consapevoli che non è semplice. Il giocatore mi è sempre piaciuto, da noi fra l’altro potrebbe rilanciarsi. Lo Monaco in certe situazioni è un maestro, in più in rosanero ritroverebbe Gasperini con cui a Genova ha fatto faville".

Il patron rosanero, inoltre, non risparmia una 'stoccata' al 'Grifone' per l'esito dell'affare Immobile: "Fino a pochi giorni fa c’era uno scenario, adesso è cambiato ed è colpa di quel goal a San Siro - ha detto Zamparini - Questa storia mi ricorda quello che mi è successo tanto tempo fa con il Venezia: avevo preso in prestito Adriano dall’Inter, poi il brasiliano segnò un gran gol contro il Real Madrid e i nerazzurri decisero di tenerselo".

Sullo stesso argomento