thumbnail Ciao,

Intervistato da Sky Sport, Marco Verratti smentisce le voci di mercato che lo vogliono lontano da Parigi: "Qua sto molto bene, stiamo diventando una squadra vera. Ibra? Un leader"

"Non ho la minima intenzione di lasciare Parigi, assolutamente. Inizialmente avrei voluto restare a Pescara, ma quando arriva un'offerta del genere... era irrinunciabile, sia per il Pescara che per me, ma non solo a livello economico. E' un sogno vivere un'esperienza come questa a 19 anni". Parole di Marco Verratti, rilasciate ai microfoni dell'emittente nazionale 'Sky Sport', che confermano la volontà del giocatore di restare al Paris Saint German.

Verratti, che in mattinata ha fatto visita al centro 'Agbe' di Pescara, regalando un sorriso a tanti bambini, ha eslcuso anche la possibilità di uno scambio con De Rossi: "No, non c'è nessuna possibilità, Daniele è un grande giocatore, oltre che un amico e credo che la Roma non se ne priverà. Ripeto, io sto bene a Parigi, mi trovo sempre meglio. All'inizio non è stato semplice, ma gli ultimi successi evidenziano che stiamo diventando una squadra vera".

Trascinatore del Psg ovviamente Zlatan Ibrahimovic: "Per quanto è forte potrebbe camminare, invece è quello che si impegna più di tutti e se fa un richiamo lo fa per il nostro bene. E' un leader, comanda la squadra. Averlo vicino ti fa crescere molto ed è fantastico averlo con noi. Parliamo spesso della serie A, in tanti ci hanno giocato".

Sia Ibrahimovic che Thiago Silva gli hanno parlato benissimo del Milan: "Ibra dice sempre che al Milan si è trovato benissimo e che èuna grande societa': sia per lui che per Thiago Silva è il Milan la squadra preferita. La mia? Il Pescara".

Verratti ha parlato anche del club abruzzese: "La salvezza? Lo spero, lotterà fino all'ultima partita ma si sapeva già all'inizio. Se il campionato finisse oggi, il Pescara sarebbe salvo e questo la dice lunga sulla grande stagione che stanno facendo. Seguo spesso le gare dei miei ex compagni e nello spogliatoio parliamo molto della Serie A, è un campionato che vediamo quasi tutti".

In futuro non è da escludere un ritorno: "Si, ci puo' stare. Ora sto bene in Francia e penso giorno dopo giorno. Le cose dipendono da me, sicuramente mi piacerebbe tornare in Italia".

Il suo agente Donato di Campli ha invece lanciato una frecciatina ai club italiani: "Marco resta categoricamente al Paris Saint German, non c'è alcun tipo di trattativa. I club italiani avrebbero dovuto ricordarsi prima di lui, adesso non ha senso chiederlo al Psg. A Parigi si trova bene ed ha legato molto con i compagni di squadra".

Sullo stesso argomento