thumbnail Ciao,

Il tecnico nerazzurro si trova orfano di un regista: "Quando abbiamo costruito la squadra avevano un'idea diversa di gioco. Davanti c'è tanta qualità, ma se non li serviamo...".

Un tweet, una dichiarazione, qualche verticalizzazione di troppo sbagliata. Tutti chiari segnali di quanto all'Inter manchi Wesley Sneijder, o per lo meno un regista che faccia gioco. Col Genoa la prova lampante: se nè accorto Stramaccioni, ma soprattutto Christian Chivu.

Il difensore romeno è stato il primo a dichiarare apertamente la nostaglia per Wes: "Lo conosco bene , certamente ci manca . È il mio compagno di stanza, in campo riesce a farsi trovare tra le linee, a smarcare i compagni, ma della sua situazione bisogna parlare con la società, non con me", le dichiarazioni riportate da 'Tuttosport'.

Pe quanto riguarda 'Strama' la nostalgia è indiretta, ma altrettanto palese: "Nel momento in cui abbiamo costruito la squadra, avevamo un’idea diversa di gioco, questo non è un mistero e avevamo centrocampisti adatti . Alle volte un centrocampista che dia linee di passaggio più difficili, può fare comodo quando affrontiamo squadre come il Genoa chiuse in difesa: noi abbiamo tanta qualità davanti, ma se non li serviamo... Ma vedremo le priorità. Io non mi lamento, mi aspetto un evoluzione del progetto, ma è una cosa che già sapevamo in estate".

Il calciomercato, quindi. La bella Yolanthe fa capire sempre più col passare dei giorni che lui e il suo Wes lasceranno Milano a gennaio. L'Inter aspetta l'offerta giusta e punta a reinvestire subito i milioni della cessione su uno tra Paulinho e Fernando, che tutto però sono tranne che registi. Il nome perfetto sarebbe quello di Lodi, ma ultimamente Pulvirenti a ribadito l'incedibilità del fantasista etneo.



Sullo stesso argomento