thumbnail Ciao,

I bianconeri stringono per portare a Torino il difensore orobico, chiesto espressamente da Conte. Intanto la Juve monitora la situazione relativa a Bocchetti e pensa a Dossena.

Juventus padrona del campionato e scatenata anche sul mercato. In vista della finestra invernale, al via ad inizio 2013, Beppe Marotta lavora infatti alacremente per regalare a Conte almeno un rinforzo per il pacchetto arretrato bianconero, orfano di Chiellini per i prossimi due mesi.

Passato il Natale, così come riportato oggi dalla 'Gazzetta dello Sport', la Juve tornerà alla carica con l'Atalanta per Federico Peluso, espressamente chiesto dal tecnico bianconero. L'offerta è chiara, prestito oneroso a 1,5 milioni e riscatto già fissato intorno ai 3,5. A sbloccare la situazione, come scritto da 'Tuttosport', potrebbe essere l'inserimento nella trattativa di una contropartita tecnica, che sarebbe rappresentata da Richmond Boakye, attualmente in prestito al Sassuolo ma in comproprietà tra Genoa e Juventus.

Peluso conosce bene Conte, dal quale è già stato allenato a Bergamo, e sarebbe un utilissimo jolly, capace di giostrare indifferentemente in una linea difensiva a tre come in una a quattro. Con la possibilità, all'occorrenza, di svolgere anche le mansioni di vice Asamoah, data la prossima partenza del ghanese per la Coppa d'Africa.

Nel ruolo di esterno alto sembrano intanto svanire le candidature di Armero e Kolarov. Incedibile per l'Udinese il primo, troppo caro l'esterno serbo del Manchester City. Ma spunta a sorpresa la pista Dossena, ormai ai margini nel Napoli e che gli azzurri potrebbero sacrificare anche per reinvestire la cifra guadagnata dalla sua eventuale cessione nella caccia ad un rinforzo per il pacchetto arrettrato privo per i prossimi sei mesi dello squalificato Cannavaro.

In difesa invece, oltre a Peluso, i bianconeri seguono sempre con attenzione l'evolversi della situazione intorno a Salvatore Bocchetti, che andrà in scadenza con il Rubin Kazan a dicembre del 2013. E piace sempre il giovanissimo brasiliano Doria, in forza al Botafogo. Se abbassasse le proprie pretese economiche il centrale verdeoro troverebbe la Juve pronta a chiudere già a gennaio.

Sullo stesso argomento