thumbnail Ciao,

Il patron rosanero ha svelato di essere stato ad un passo dal prendere in estate l'Aeroplanino: "Ci siamo incontrati, ma Baldini voleva prenderlo e sono andato su Sannino".

Al Barbera arriva la Fiorentina, per quella che si presenta come una gara proibitiva per il Palermo di Gasperini. La società rosanero ha però lo sguardo già proiettato verso il futuro e il mercato di gennaio, come ha dichiarato il presidente Maurizio Zamparini al 'Corriere dello Sport'.

"Insieme a Lo Monaco rafforzeremo la squadra, stiamo lavorando in silenzio anche se io resto convinto di non avere affatto un Palermo di brocchi. - ha detto - Il mercato è molto difficile, non ci sono soldi e il calcio si deve ridimensionare ma ho preso Lo Monaco perchè mi offre sicurezza e competenza. Daremo a Gasperini elementi adatti per il suo modulo".

Il patron dei siciliani ha poi rivelato un aneddoto risalente alla scorsa estate: "Montella era praticamente già del Palermo. - ha affermato - Dopo l’ultima partita dello scorso campionato, ci siamo incontrati, eravamo andati a cena insieme e avevamo trovato l’accordo".

"Quando andai a casa sua a Roma per firmare il contratto, - ha proseguito Zamparini - due ore prima era passato Baldini che voleva prenderlo per i giallorossi. A quel punto, sono andato su un altro allenatore (Sannino, ndr) e ho lasciato la pista Montella. Che però non si mise d’accordo con la Roma e così la Fiorentina se l’è trovato bello libero".

Oggi invece l'Aeroplanino arriverà al Barbera da avversario, ma Zamparini si dice soddisfatto della scelta Gasperini. "Sono soddisfattissimo del tecnico e di come fa giocare la squadra, - ha spiegato - basta vedere come siamo andati ad Udine dove non abbiamo vinto solo per sfortuna". Per provare a centrare i tre punti in casa il tecnico di Grugliasco intende affidarsi all'inedito tandem offensivo Miccoli-Ilicic.

Sullo stesso argomento