thumbnail Ciao,

Il tecnico nerazzurro ha manifestato la propria insofferenza nella conferenza stampa di ieri. Intanto su Twitter la moglie dell'olandese, Yolanthe Cabau, ha smentito l'addio.

E fu così che anche Andrea Stramaccioni perse il suo tradizionale aplomb. La tensione crescente in casa Inter ha portato molto nervosismo al tecnico nerazzurro, che ieri si è arrabbiato in conferenza stampa per alcune domande spinose fatte dai giornalisti.

Infortuni (l'ultimo è stato uno stiramento occorso a Duncan), caso Sneijder, mercato difficile e, da ultimo, il ricorso respinto per Guarin, l'allenatore romano si sente pressato a 360°, alla vigilia della gara con il Genoa, e non riesce a nasconderlo nonostante il clima prenatalizio.

Di fronte a un giornalista che ha definito "allarmante" il primo tempo dell'Inter contro la Lazio, Strama ha replicato stizzito: "Alle volte sento cose incredibili, come di un primo tempo allarmante a Roma... C’è tanta voglia di Inter nell’aria, tanta voglia di tornare grandissimi e di chiudere tante bocche che stanno parlando ora".

Risposta al veleno anche sul caso Sneijder, mandato in anticipo a fare le vacanze di Natale: "Posso dire che saranno cavoli nostri?", ha ribattuto a chi gli ha chiesto degli sviluppi della situazione.

Insomma, la sensazione è che la situazione non sia delle più serene, e che il tecnico si sente sotto pressione. Intanto dopo le dichiarazioni a un quotidiano olandese, in cui Yolanthe Cabau parlava di addio, è arrivata successivamente la smentita su 'Twitter' della moglie del trequartista.

"Molte persone - ha scritto - mi chiedono della situazione dell'Inter: a quanto ne so io e Wes adesso non abbiamo intenzione di lasciare Milano". Di certo l'Inter vorrebbe risolvere la questione il prima possibile, perché un eventuale addio dell'olandese sbloccherebbe il calciomercato nerazzurro.

C'è sempre l'obiettivo Paulinho, che costa 15 milioni di euro, che la cessione dell'olandese renderebbe accessibile. Tanto più che i nerazzurri potrebbero ricavare un bel gruzzoletto anche dalla cessione di Silvestre al Genoa (9 milioni di euro).

Per il resto si lavora sempre per il vice Milito: prende quota l'ipotesi Ibarbo dal Cagliari, ma piace molto anche il bomber dello Young Boys Raul Bobadilla.

Sullo stesso argomento