thumbnail Ciao,

L'amministratore delegato rossonero ha parlato con i cronisti all'ingresso dell'Assemblea di Lega, commentando anche il sorteggio di Champions: "E' una cosa incredibile".

L'amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, ha parlato con i cronisti presenti all'ingresso della Lega Calcio, facendo un po' il punto sul mercato rossonero e commentando il sorteggio di Champions League, che ha abbinato la squadra di Allegri al Barcellona negli ottavi di finale.

"Sapete chi ha trovato il Milan in Champions? - ha scherzato il dirigente rossonero - E' incredibile, sei partite in un anno è pazzesco. E arriva perché le altre squadre non potevano incontrarsi fra loro, ci è stato quasi assegnato d'ufficio questa volta. Se può definirsi il derby del mondo? Il Barcellona è la squadra che gioca il più bel calcio del mondo con i migliori giocatori al mondo. Ci proveremo, l'anno scorso non abbiamo sfigurato. Berlusoni? L'ho informato io, proveremo a battere il Barcellona, per la legge dei grandi numeri...tanti anni fa era così".

Il discorso si è poi spostato rapidamente sul calciomercato. "Se arriva un grande attaccante? No, se restano i nostri attaccanti non prendiamo nessuno, - ha sottolineato Galliani - stesso discorso se dovesse andarne via uno. Se dovessero andare via entrambi qualcosa faremo. Robinho e Pato? Per loro non abbiamo ancora deciso nulla, siamo ancora in dicembre. Il mercato del Brasile chiude il 15 di Aprile".

Ma Galliani entra nel merito anche delle offerte ricevute per i due attaccanti. "Soddisfacente offerta per Pato? Vedremo.Robinho invece vuole tornare in Brasile perché la sua famiglia è la e vorrebbe tornarci. Non è arrivata nessuna offerta del Santos per lui, confermo la prima ma non la seconda. Strootman? Ci piace ma non vuol dire che lo prendiamo".

I cronisti incalzano però ulteriormente il dirigente rossonero. "Drogba? Non commento le voci. Armero? Non abbiamo mai pensato di prenderlo. Seedorf? Continuerà a giocare in Brasile. E' normale che seguo cosa succede nel mondo, fa parte del mio lavoro".

Ma davanti agli uffici della Lega si è parlato anche di campionato. "Partita con la Roma? Siamo partita male quest'anno, però poi abbiamo fatto 20 punti in 9 gare, mancano tante gare da qui alla fine".

Galliani volerà comunque in Brasile dopo la sfida di campionato con i giallorossi. "Il Brasile è cresciuto a livello economico, come sposorizzazioni e diritti televisivi, - ha spiegato il dirigente rossonero - quello che possono permettersi ora non potevano farlo in passato. Parleremo comunque con Pato e Robinho per decidere cosa fare".

Quanto al bilancio del Milan, Galliani rassicura tutti. "Sta benissimo meglio di quello delle altre italiane, - ha detto - un bilancio in utile. Quello finanziario è buono quello sportivo un po' meno. Il Milan è in linea con i propri programmi, le cessioni eventuali di Pato e Binho saranno per il bilancio del 2013".

Infine un messaggio di auguri per Vilanova: "Gli facciamo tanti auguri per la sua salute e lo ritroveremo a Milano quando ci incontreremo", ha detto Galliani.

Sullo stesso argomento