thumbnail Ciao,

Il Porto ha promesso ai nerazzurri il difensore, l'argentino è un'idea per l'attacco. Sempre vive le piste Jung e Paulinho, a breve può arrivare un'offerta degli 'Spurs' per Wes.

Raramente i rapporti di mercato tra Inter e Porto sono stati intensi come negli ultimi mesi. Della rosa di Stramaccioni fanno già parte due ex campioni di Portogallo, Fredy Guarin e Alvaro Pereira, e un altro può arrivare: si tratta di Rolando, difensore di 27 anni, cercato anche dal Valencia ma promesso ai nerazzurri dai lusitani.

Ad alcuni il nome ricorderà il mitico sketch proposto da Aldo, Giovanni e Giacomo a 'Mai Dire Gol' ai tempi dell'arrivo in nerazzurro di Ronaldo, ma Rolando è giocatore vero. Anche se quest'anno ha giocato pochissimo, appena 5 minuti, a causa di litigi con la società e l'allenatore Vitor Pereira. Una svalutazione economica che può favorire l'investimento dell'Inter su di lui.

Più probabile che il capoverdiano naturalizzato portoghese arrivi a giugno, visto che per gennaio non c'è particolare necessità di prendere un difensore. Anche se qualche nome in entrata continua a circolare, nell'ambiente nerazzurro: oltre a Rolando, si fanno anche quelli del napoletano Campagnaro e del laziale Diakité.

Nel mirino c'è sempre il tedesco Jung, per cui l'Iinter potrebbe proporre all'Entracht uno scambio con Livaja. E poi il solito Paulinho, da prendere magari coi soldi di una cessione di Sneijder: il Tottenham sta pensando se valga la pena puntare sull'olandese, e nel caso dagli inglesi arrivasse una buona offerta Wes saluterebbe definitivamente Milano.

L'annoso problema della società nerazzurra è anche quello di dare un vice-Milito a Stramaccioni. Tra Rolaldo Bianchi, Floccari, Pinilla e Facundo Ferreyra spunta Mauro Icardi, classe '93, sorpresa della Sampdoria. L'Inter punta però a prenderlo in comproprietà lasciandolo ancora un po' di tempo a Genova.

Sullo stesso argomento