thumbnail Ciao,

Entro Natale potrebbe arrivare la svolta. 'SuperMario', ad ogni modo, arriverebbe solo in caso di addio contemporaneo dei due brasiliani. Ma il City continua a sparare alto...

Il Milan vuole a tutti i costi Mario Balotelli. A maggior ragione se riuscirà a cedere Pato e Robinho, che ormai hanno preso la strada del ritorno in patria. La strategia del club rossonero è chiarissima, ed è stata enunciata ieri da Adriano Galliani: se i due brasiliani rimangono, o se parte uno solo di essi, non arriverà nessuno, per non togliere spazio a Niang, a cui è stato rinnovato ieri - giorno del suo 18° compleanno - il contratto fino al 2017 (il precedente scadeva nel 2015).

Viceversa, in caso di partenza simultanea dei due attaccanti verdeoro, è scontato l'arrivo di un sostituto. Il preferito, come detto, è sempre lui, 'SuperMario'. Con gli addii di Pato e 'Binho', il Milan potrebbe guadagnare oltre 50 milioni di euro, tra cartellini venduti (27 milioni) e ingaggi risparmiati (24). Soldi che verrebbero reinvestiti nell'operazione col City, che spara alto, sui 40 milioni, per cedere l'ex interista.

Il Milan, invece, non vorrebbe spenderne più di 25. Galliani, prima di tutto, aspetta di cedere Pato, per il quale è arrivata un'offerta da 15 milioni del Corinthians. Flamengo e Atletico Mineiro, intanto, sono in pressing su Robinho, che il Santos sta facendo di tutto per riportare a casa.

Pare che il 'Peixe' si sia spinto ad offrire fino a 7 milioni e mezzo di euro, anche se i rossoneri ne vorrebbero almeno 10. Entro Natale dovrebbe arrivare la svolta, in un senso o nell'altro, sia per 'Binho' che per il 'Papero'.

Nonostante le smentite di rito, Galliani potrebbe prendere, oltre ad una punta, anche un difensore (Chiriches?) ed un mediano. Il preferito è Strootman, che però il Psv non vuole cedere a gennaio. In corsa anche Kucka e Nainggolan.

Sullo stesso argomento