thumbnail Ciao,

E' Natale anche per la Lazio, il presidente Lotito però non è in vena di pacchi dono: "Acquisteremo con oculatezza. Diakite? Decide il tecnico"

Il presidente biancoceleste si gode l'accesso della Lazio ai quarti di Coppa Italia e tuona: "Chi pensa che sull'utilizzo di Diakite io abbia influenzato Petkovic fa dietrologia".

E' Natale anche in casa Lazio. Il presidente biancoceleste Lotito, rispondendo alle domande dei giornalisti a margine della festa del club, ha svariato sulla stretta attualità pallonara, cominciando dal capitolo relativo alle prossime elezioni in Lega Calcio.

“Domani vedremo cosa succederà, io rappresento solo una persona. In ogni caso dobbiamo cercare di far il miglior interesse della Lega, altrimenti non possiamo lamentarci poi del caos. C'è da scegliere se si vuole un funzionario o qualcuno che rappresenti la situazione”- ha dichiarato Lotito.

Quindi il patron della Lazio ha negato di aver avuto alcuna influenza sul mancato utilizzo di Diakite da parte del tecnico Petkovic: "Non abbiamo dato disposizioni al tecnico. Abbiamo dato all'allenatore dei giocatori a disposizione che può sfruttare in libertà, gli abbiamo dato pieni poteri per valutare chi far scendere in campo. Pensare a indicazioni è solo dietrologia. Oggi ha sceto di utilizzarlo in totale autonomia”.

Infine Lotito non si sbilancia, e sul mercato in entrata spiega: "Quello che posso promettere è che faremo di tutto per accrescere la forza di questa squadra. Ma con inserimenti oculati, rispettando moralità e disponibilità economica. Qualora trovassimo elementi con questi requisiti non ci tireremmo indietro come non abbiamo mai fatto”.

Sullo stesso argomento