thumbnail Ciao,

Il presidente degli abruzzesi ha replicato a muso duro alle accuse mosse nei confronti del Pescara dalla società croata: "Pagheremo tutto, l'Hajduk stia sereno".

Duro botta e risposta nelle ultime ore tra Pescara e Hajduk Spalato. Il numero uno della società croata, Brbic, attraverso la stampa locale, aveva infatti invitato il club abruzzese a rispettare l'accordo riguardante l'acquisto della punta Vukusic, completanto il pagamento pattuito. In serata è arrivata la dura replica del patron pescarese.

"Il Pescara deve ancora espletare il pagamento di parte dell'acquisto di Ante Vukusic. La prima trance e' stata pagata, come da contratto, l'1 settembre mentre per quanto riguarda la seconda e' stato versato solo il 60%. Mancano 800mila euro. Ogni giorno ci rassicurano dicendo che pagheranno domani, o il giorno dopo, ma non e' ancora successo.

Il Pescara deve pagarci, ma non possiamo obbligarlo, quindi ci rivolgeremo alla Fifa. Loro si' che possono obbligare gli abruzzesi a pagare e penso che se non riceveremo il dovuto saranno sanzionati con dei punti di penalizzazione in serie A".- aveva dichiarato nel pomeriggio Brbic.

Immediata è arrivata la piccata replica del presidente del Pescara, Sebastiani che, pur assicurando l'immediato pagamento della trance dovuta, ha chiuso le porte a future possibili operazioni di mercato con il club croato: "A oggi e' stato versato un milione e cinquecento mila euro sui tre  milioni e settecentomila dovuti, e nei prossimi due-tre giorni sara' versato il restante saldo della tranche del 2012 pari a ottocentomila euro; i restanti saranno versati con scadenze definite al 31/3/2013 e al 30/09/2013.

Sicuramente la fiscalita' con la quale e' stata affrontata questa situazione ci appare eccessiva ma il presidente Brbic puo' stare tranquillo che sara' pagato tutto fino all'ultimo centesimo, ma considerato tale comportamento possiamo dire con certezza che questa e' stata la prima e anche l'ultima operazione con l'Hajduk".

Sullo stesso argomento