thumbnail Ciao,

Per gennaio la strategia è sempre la stessa: entrate subordinate alle uscite. Paulinho vale 15 milioni, ma la cessione di Sneijder darebbe il via libera all'acquisto.

Equilibrio e manovre accurate. Queste le caratteristiche principali del calciomercato dell'Inter. Moratti ha confermato che la strategia sarà la stessa di quest'estate: si compra solo se si vende. Proprio per questo sarà importante gestire al meglio la questione Sneijder per sbloccare tutte le altre trattative.

La cessione dell'olandese, come evidenzia la 'Gazzetta dello Sport', aprirebbe infatti le porte all'arrivo di Paulinho. Il centrocampista brasiliano, fresco campione del mondo col Corinthians, ha dichiarato di voler rimanere al 'Timao' almeno fino a giugno, ma si sa benissimo quanto certo dichiarazioni siano di facciata. La verità è che con 15 milioni - che poi verrebbero reinvestiti per prendere Pato - il giocatore può fare le valigie per Milano.

Chi invece farà sicuramente le valigie a gennaio è Jonathan. Su di lui è vivo l'interesse del Palermo, che potrebbe averlo in prestito facendo in cambio uno sconto all'Inter quando ci sarà da riscattare Silvestre. Secondo la 'rosea', quindi, i nerazzurri sono convinti che l'argentino stia vivendo soltanto un blocco psicologico che gli impedisce di rendere agli stessi livelli delle passate stagioni.

Infine è costantemente aperta la caccia al vice-Milito. Gli uomini mercato nerazzurri sono orientati verso un acquisto low-cost, caratteristica che non possiedono i cagliaritani Pinilla ed Ibarbo. Stesso discorso vale per Raul Bobadilla, il cui prezzo del cartellino è schizzato alle stelle dopo l'exploit in Europa League.

La nuova suggestione si chiama Chamakh. Il marocchino non vede praticamente mai il campo all'Arsenal, e potrebbe arrivare in nerazzurro in prestito con un leggerissimo ingaggio di un milione di euro. L'eventuale arrivo di una punta potrebbe favorire la cessione in prestito di Livaja, rischiesto dai tedeschi del Werder Brema.


Sullo stesso argomento