thumbnail Ciao,

Molte le questioni da affrontare da quella del portiere al mercato in uscita. Mentre si sta per definire il passaggio di rosanero di Aronica, manca ancora il laterale sinistro.

La riapertura dei mercati si avvicina e a Palermo già si è iniziato a studiare per poter portare a via del Fante qualche rinforzo. Il gioco di Gian Piero Gasperini è in costante crescita ma si avverte la nitida sensazione che la rosa pecchi di inesperienza, oltre ad avere qualche vistosa lacuna in determinati ruoli chiave.

La classifica è ancora precaria e Zamparini ha intuito che quest’anno la salvezza potrebbe essere una questione delle ultime giornate, con buona pace delle velleitarie ambizioni europee che da qualche anno stavano alimentando la piazza.

La prima questione da affrontare sarà quella del terzino sinistro, che nel 3-4-3 gasperiniano non è altro che l’esterno basso di centrocampo. Balzaretti non è mai stato rimpiazzato e Santiago García, precedentemente acquistato come rincalzo, è stato promosso a titolare, dietro di lui il nulla.

L’utilizzo di Eros Pisano su quella fascia ne ha sancito l’illegittimità, mentre Giorgi è considerato troppo offensivo alle esigenze del tecnico. Al Friuli l’infortunio dell’argentino ha sottolineato la necessità di un giocatore di ruolo in quella posizione, le soluzioni di emergenza non potranno essere protratte per tutta la stagione.

Sembra quasi andata in porto l’operazione che dovrebbe portare in rosanero Salvatore Aronica, ma neanche a dirlo il bagherese è un centrale, sinistro nella difesa a tre, potrebbe risultare un buon acquisto in fase difensiva ma certamente non può essere il guardiano della fascia sinistra. Gli altri nomi che stanno circolando sono Jonathan dell’Inter che ha disputato soli 45’ in campionato, o ancora meglio Cristian Molinaro che sta perdendo il posto allo Stoccarda in favore dell’ivoriano Boka.

Certamente l’arrivo del difensore del Napoli incentiverà il mercato in uscita, a partire proprio dalla difesa dove Milanetto e Cetto sembrano di troppo, ma non solo. Se è noto che Igor Budan potrebbe trovare la prima sistemazione percorribile, ci sono ancora molti dubbi su Samir Ujkani, resosi protagonista sabato scorso dell’ennesimo errore decisivo che è costato caro al Palermo.

La dirigenza non ha smentito l’intenzione di voler portare in terra sicula il portiere clivense Stefano Sorrentino, che però già in altre occasioni è stato accostato ad altri club senza aver poi lasciato il Bentegodi.

Sull’agendina di Lo Monaco, ormai si sa, ci sono già molti nomi argentini. Juan Manuel Martínez, seconda punta del Corinthians è un vecchio pallino dell’ad rosanero ma il suo passaggio in Brasile soli pochi mesi fa rende complicata la trattativa.

Il club campione del mondo lo considera un titolare ma il suo scarso rendimento (3 reti in 28 gare tra campionato e Copa Libertadores) potrebbero suggerire una qualche soluzione, a maggior ragione se il suo costo si aggira sul paio di milioni.

Milton Caraglio, invece, potrebbe essere il sostituto tattico di Budan nel caso di una sua dipartita. Si tratta di una prima punta, forte fisicamente e dal goal facile, dotato di passaporto italiano. Ma è solo un’idea, come quella di Guido Pizarro, regista 22enne del Lanús, o di Ciro Immobile, altalenante in un Genoa alla disperata ricerca di certezze che invece potrebbe essere congeniale al gioco di Gasperini come esterno offensivo. Insomma carne al fuoco ce n’è.

Sullo stesso argomento