thumbnail Ciao,

L'Ad rossonero detta la linea programmatica condivisa con Berlusconi: "Stiamo setacciando il mercato mondiale degli under 22 e 23". Anche il Botafogo smentisce.

Domenica mattina le edicole italiane hanno sparato in prima pagina titoloni sul clamoroso ritorno di Clarence Seedorf al Milan, una ipotesi suggestiva che ha fatto scendere una lacrima a qualche tifoso nostalgico del Diavolo.

Ma il sogno è durato lo spazio di qualche ora, il tempo che il vento gelido che in queste ora spazza l'Italia prendesse le sembianze di Adriano Galliani: "Mi allineo a quello che ha detto Berlusconi. Lui vuole una squadra giovane e credo che l'olandese non sia di quella età. Ovviamente, con tutto rispetto per quello che ha fatto nel Milan...".

A quanto pare, sarebbe stato l'olandese a proporsi per "dare una mano" ai suoi vecchi compagni, ipotizzando un prestito fino a maggio, ma a Via Turati hanno ben altri progetti, sintetizzati così da Galliani: "Stiamo setacciando il mercato mondiale degli under 22 e 23". Con chiosa ironica sul tormentone Balotelli: "Mario ed El Shaarawy insieme? Giocheranno insieme in Nazionale...".

Intervenuto domenica sera assieme ad Allegri e a vari giocatori alla festa di Natale della Curva Sud, l'Ad rossonero ha voluto ringraziare gli ultras per aver sostenuto la squadra anche nella prima parte del campionato quando il momento era difficile e poi li ha rassicurati così sul futuro: "Con intelligenza, capacità e un po' di fantasia riporteremo il Milan in alto".

L'ipotesi Seedorf-Milan è stata poi smentita seccamente anche dal Botafogo, suo attuale club: "Contrariamente a quanto è stato riportato sui giornali italiani, non c'è la minima possibilità che Seedorf vada via. Il giocatore, come il resto della squadra, ha confermato che il 4 gennaio comincerà la preparazione della stagione 2013. Seedorf ha spiegato che è venuto a Milano per incontrare i suoi amici, con i quali ha vissuto per dieci anni, da qui il fraintendimento della stampa italiana". Fine del sogno...

Sullo stesso argomento