thumbnail Ciao,

Il futuro del brasiliano appare ancora incerto: così in Via Turati pensano alle possibili alternative. L'argentino piace molto ma costa, il romanista sarebbe l'ideale...

Se in casa Inter sono alle prese con il caso Sneijder, destinato a diventare una vera e propria telenovela, sul versante Milan la grana è rappresentata dal nodo Robinho. L'attaccante ha nostalgia del Brasile, la tipica 'saudade', ma Allegri e la società vorrebbe trattenerlo a tutti i costi, perché lo considerano un elemento fondamentale della squadra.

"Io continuo ad insistere, lui mi dice che in Brasile ci sono 40 gradi e che i suoi bambini sono sulla spiaggia e fanno il bagno. Capisco che la sua famiglia sia a Santos, ma i bagni si possono fare tutta la vita. - ha scherzato ieri sul tema lo stesso Galliani - Lui è giovane e se anche li fa tra un anno o due, avrà tanto tempo per farne".

Ma per il momento, non c'è verso di convincere il giocare, che pare deciso a tornare in patria. Così in Via Turati si comincia a sondare il mercato in cerca di alternative. "La società sa quali sono i giusti sostituti - ha garantito ieri lo stesso Allegri - Fermo restando che non sarà facile trovare uno come lui".

Quali sono dunque, questi possibili sostituti? Piace molto, non è un mistero, l'argentino del PSG Javier Pastore. Ma se i buoni rapporti fra i due club potrebbero costituire un elemento incentivante, un ostacolo insormontabile potrebbe essere rappresentato dai costi molto elevati di una simile operazione. Ma se il Flaco e il club abbassassero le pretese, l'affare potrebbe anche concretizzarsi.

Un altro nome che circola con insistenza è allora quello dell'attaccante della Roma Mattia Destro, vero pupillo di Allegri, che si inserirebbe alla perfezione negli schemi del tecnico livornese. In questo caso l'ostacolo principale sarebbe rappresentato dal fatto che il giocatore è arrivato nella capitale appena la scorsa estate.

Così non si sottovalutano nemmeno altre piste, come quella che porta al centravanti della Juventus Alessandro Matri, anche lui vecchio pallino di Massimiliano Allegri, che potrebbe presentarsi come soluzione più accessibile.

Si guarda inoltre anche alle altre zone del campo. Per la mediana continua a piacere molto Kevin Strootman del PSV, mentre per la difesa il nome buono è quello del rumeno Vlad Chiriches. Entrambi giovanissimi, si sposerebbero alla perfezione con la politica della linea verde dettata dalla società.

Sullo stesso argomento