thumbnail Ciao,

Il presidente rossonero ha parlato delle prossime mosse societarie durante la cena natalizia del Milan: "Vogliamo tenere Robinho. La cresta di El Shaarawy? Se segna così...".

E' tempo di cena natalizia in casa Milan, e restando in tema di strenne il presidente rossonero Silvio Berlusconi ha deciso di fare sognare i tifosi con importanti promesse in vista del mercato di gennaio.

"Stiamo cercando di rafforzare la squadra con l'innesto di giovani campioni. Spero che qualche colpo si possa fare".- ha esordito Berlusconi. Quindi il presidente rossonero ha proseguito: "Speriamo di riuscire a convincere anche Robinho a restare con noi. Può giocare in molti ruoli in attacco e ha classe".

Berlusconi ha spiegato: "Io considero il Milan una parte della storia mia e della mia famiglia e quindi mi auguro che la mia famiglia possa ancora avere la possibilità di continuare a darsi la possibilità di essere l'animatrice di questa avventura straordinaria".

Il patron ha ribadito anche la nuova linea verde: "Questo è un Milan di transizione per rimettere insieme un team di campioni. Di campioni abbiamo vissuto per ventisei anni ora con un po' di pazienza affronteremo un periodo di tre anni per aspirare a essere nuovamente protagonisti in Italia, Europa e nel mondo. Abbiamo un giocatore di quindici anni che tra un anno potrà giocare in serie A, e stiamo guardando un centinaio di ragazzi nelle varie squadre alla ricerca di nuovi campioni".

Quindi il Cavaliere ha chiuso a Balotelli: "Siete voi che continuate a parlare di Balotelli  Io una volta ho detto che ho altri sogni, poi che non lo sogno e alla fine è venuto fuori che è un mio sogno. Io non l'ho mai sognato e non rientra nei piani del Milan, piuttosto preferisco comprare la Gioconda...".

Infine ecco la battuta sulla cresta di El Shaarawy, da sempre poco gradita a Berlusconi: "La cresta se la può tenere fin quando segna, ma se non segna più gliela taglio io con le mie mani...". Parola di presidente.

Sullo stesso argomento