thumbnail Ciao,

Tra i nomi che circolano ci sono anche Paletta e Spolli. De Sanctis rinnova, Rosati e Aronica salutano. In entrata altre idee: Acquafresca, Cirigliano, Merkel, Kucka, Obiang.

Da quando è tornato grande, il Napoli ha nuovamente acquisito una rispettabilità che era andata perdendosi tra i meandri della serie B e della serie C. Anche chi vi gioca non ha alcuna voglia di cambiare aria. Come Morgan De Sanctis, in azzurro dal 2009 quando fu acquistato dal Siviglia e pronto ora a rinnovare per altri due anni.

Il contratto del numero 1 partenopeo scade a fine stagione, ma l'accordo per un rinnovo biennale tra Bigon e l'agente del giocatore, Federico Pastorello, è ai dettagli. De Sanctis chiuderà quindi, a meno di sorprese, la carriera in azzurro. Non così Antonio Rosati, sempre più chiuso dall'ex udinese. Probabile che il secondo portiere di Mazzarri cambi aria a giugno.

Le preoccupazioni maggiori, semmai, riguardano Paolo Cannavaro. Il capitano (e con lui Grava) è a rischio squalifica per omissione di denuncia, e allora al Napoli si guardano attorno per non farsi trovare impreparati. Sono tre i nomi che circolano, tutti stranieri: Matias Silvestre dell'Inter, Mehdi Benatia dell'Udinese e Gabriel Paletta del Parma.

Nel caso il difensore azzurro debba essere costretto a una pausa forzata è probabile che uno di questi tre arrivi alla corte di Mazzarri. Occhio anche a una possibile offensiva per Nicolas Spolli, centrale argentino del Catania. Mentre Salvatore Aronica ha le valigie pronte per la sua Palermo.

Non finisce qui: l'opera di rafforzamento può coinvolgere anche centrocampo e attacco, e qui le squalifiche non c'entrano. Nel mirino c'è Robert Acquafresca: è in comproprietà tra Genoa e Bologna, ma il Napoli lo vorrebbe in definitivo. Per questo l'operazione è complicata. E ancora: occhi su Cirigliano del River, sui genoani Merkel e Kucka e sul doriano Obiang. Insomma, grandi manovre in casa azzurra.

Sullo stesso argomento