thumbnail Ciao,

L'attaccante cileno sta trovando parecchie difficoltà in blaugrana, ed i bianconeri meditano l'affare. L'idea non sembra tuttavia poter attecchire nella stanza dei bottoni catalana

"Se ci saranno occasioni, saremo pronti a coglierle". La frase di Beppe Marotta sull'imminente mercato di gennaio riguarda soprattutto la voce 'attacco', ovvero allo stato attuale l'unica piccola pecca in una macchina perfetta come la Juventus, capolista in campionato e qualificata agli ottavi di Champions League.

Delle difficoltà di arrivare a Didier Drogba ne abbiamo parlato diffusamente nella nostra esclusiva, ed allora la società bianconera è ben attenta ad indirizzare le proprie attenzioni ovunque ci siano 'top player' scontenti o in difficoltà con i propri attuali club.

Se la situazione di Fernando Llorente è più proiettata alla prossima estate, visto che l'Athletic Bilbao difficilmente recederà dalla sua attuale posizione di fermezza e non si farà problemi per puro principio a perdere il giocatore a zero euro tra qualche mese, un'altra vicenda ha fatto drizzare le antenne a Marotta e Paratici.

Stiamo parlando delle grandi difficoltà trovate da Alexis Sanchez a Barcellona, anche in questo inizio di seconda stagione in blaugrana, complici alcuni problemi fisici. La Juventus, scrivono in Catalogna, vorrebbe approfittare della situazione facendo l'affarone e portandosi a casa a prezzo super scontato un giocatore che appena 15 mesi fa è stato pagato 28 milioni più 11 di bonus.

Peccato che il club blaugrana non abbia la minima intenzione di svendere il 'Nino Maravilla' e piuttosto sarebbe disposta a trattare la cessione del 31enne David Villa, che però agli occhi bianconeri ha una controindicazione non da poco, ovvero un mega stipendio da 7 milioni. In ogni caso, quello col Barça è un canale aperto e se ne riparlerà.

"Sanchez alla Juve? Magari...", è il pensiero del connazionale Isla, e probabilmente anche di milioni di tifosi bianconeri.

Sullo stesso argomento