thumbnail Ciao,

A poco più di tre settimane dall'inizio della finestra invernale di mercato molti club si stanno già mettendo all'opera, e Cairo non vuole proprio ripetere gli errori del passato.

L’apertura della finestra di calciomercato sarà vitale per alcuni club che si sono resi conto di aver intrapreso il cammino verso La Mecca a corto di viveri, e sicuramente uno di questi è il Torino. Il club granata ha bisogno di rinforzare tutti i reparti, nessuno escluso, seppur con diversi gradi di priorità: un ruolo su tutti, la seconda punta. Senza considerare che eventuali divorzi anticipati, vedi Rolando Bianchi in scadenza, potrebbero costringere la dirigenza ad alterare le precedenze.

Intanto Gianluca Petrachi si sta già iniziando a muovere nonostante restino ancora due match di campionato a dividere il presente dalla possibilità di intervenire sul mercato, e proprio la prossima gara contro il Genoa potrebbe diventare il testa a testa che tormenterà la finestra invernale del ds granata.

Infatti proprio il club ligure, con ambizioni se vogliamo maggiori ma in una situazione ben peggiore, concorrerà all’acquisto di una serie di obiettivi comuni a entrambe le compagini. A iniziare dalla coppia della Lazio Zárate-Floccari su cui il Grifone sembra però in vantaggio: i 2 milioni di ingaggio dell’argentino sembrano uno scoglio più facile da affrontare per il club di Preziosi, mentre il secondo potrebbe interessare solo nel caso della partenza di Bianchi.

Poi ancora ‘EduVargas, giovane attaccante che al Napoli sta trovando meno spazio di quanto pensasse, e che invece a Torino potrebbe maturare garantendo un innalzamento del tasso tecnico globale non indifferente. E' curioso pensare che Petrachi potrebbe chiedere al Genoa anche Acquafresca, la cui metà è detenuta dal club ligure, o magari Seymour per il centrocampo. I nomi sono tanti e ci si perde, certamente gli affari che si concretizzeranno saranno pochi ma mirati, è comunque necessario un brain-storming per individuare la mossa migliore.

Per la difesa il principale candidato sembra essere Mesbah del Milan, mentre per il centrocampo si stanno valutando le situazioni di molti giocatori. I sogni Palombo e Almirón sono più utopia che reali obiettivi, ma Tissone in scadenza potrebbe essere un colpo concreto, la Sampdoria potrebbe cercare di monetizzare qualcosa e risparmiare sei mensilità di stipendio. Più complicate ma comunque percorribili le strade che portano a Mariga e Donadel, che stanno trovando poco spazio a Milano e Napoli.

Infine per il fronte offensivo stanno girando altrettanti nomi. Il giovane attaccante Livaja dell’Inter è l’affare dell’anno, con Stramaccioni ha giocato tutta l’Europa League segnando quattro reti in sei gare, all’ombra della Mole il 19enne croato può fare la differenza. L’Inter potrebbe pensare di darlo in prestito al Torino dove giocherebbe molto di più, considerando che adesso che l’Europa entra nel vivo Stramaccioni potrebbe aver bisogno di altri attaccanti. Gli altri sono Pozzi dalla Sampdoria, Mbakogu della Juve Stabia, Ruben Botta del Tigre e il fantasista Damian Lizio del Bolivar, ma di proprietà dell’Anorthosis. Le idee ci sono, adesso andranno messe al vaglio, aspettando l’intuizione dell’ultimo minuto...

Sullo stesso argomento